Cambio al vertice della CDLS: Marco Tura al posto di Marco Beccari
PDF Stampa
Giovedì 02 Dicembre 2010

San Marino, cambio al vertice della Confederazione Democratica: dopo quasi 20 anni Marco Beccari lascia il timone a Marco Tura. Il passaggio di consegne si è svolto questa mattina durante il consiglio direttivo della CDLS. Marco Beccari, 63 anni, dopo quasi 20 anni alla guida della CDLS, ha deciso di dimettersi per raggiunti limiti di età. “Sono stati vent’anni intensi e il mio sforzo è sempre stato quello di difendere la dignità del lavoro e migliorare le condizioni dei lavoratori. Lascio una confederazione forte e un gruppo dirigente unito e preparato ad affrontare il momento difficile che San Marino sta attraversando. Invito gli iscritti a stringersi attorno al nuovo segretario e a tutto il gruppo dirigente: insieme sono certo che continueremo a affermare i principi di solidarietà ed equità che sono punti indispensabili per uscire dalla crisi”. “Una sfida impegnativa, che traghetta la CDLS fino al prossimo congresso”, così il neo segretario ha commentato la nomina al vertice della Confederazione, che conta oltre 6mila iscritti. “Quella che ho di fronte è una eredità pesante, visto il grande impegno, l’esperienza e la professionalità che Marco Beccari, al quale vanno i miei più sentiti ringraziamenti.. Ma è un a sfida che non mi preoccupa, perché sono circondato da un gruppo dirigente esperto e competente in ogni settore del mondo del lavoro e dell’organizzazione sindacale” Quindi Marco Tura sottolinea che sono tre gli strumenti più importanti per continuare l’impegno della federazione: “L’ascolto dei lavoratori perché sono convinto che il confronto sia una ricchezza, la ricerca continua di una linea sindacale unitaria, per uscire da posizioni di stallo e tendere ad un’ampia tutela dei dipendenti, l’impegno quotidiano per rendere ancora più concreto ed efficace il ruolo della CDLS e del movimento sindacale nella società sammarinese, ruolo che si fonda sui valori della solidarietà, della famiglia, della coesione sociale”. Infine, il nuovo segretario rimarca il rischio che “di fronte alla crescente complessità della crisi economico-sociale sammarinese emergano spinte ed egoismi corporativi”. Per questo il sindacato “ha il dovere di svolgere un ruolo di grande responsabilità, consapevoli che le diverse esigenze che attraversano il nostro Paese non sono legate solo ai lavoratori pubblici e privati, ma anche ai giovani in cerca di una occupazione di qualità e ai diritti, talvolta dimenticati, della popolazione anziana”. Marco Tura, 54 anni, dipendente dell’Ufficio del Lavoro, ha all’attivo una lunga militanza nel sindacato: è stato rappresentate sindacale, dirigente negli organismi direttivi della CDLS fino a ricoprire l’incarico di segretario della Federazione Pubblico Impiego dal febbraio 2006 ad oggi. Tura è anche presidente dell’associazione sammarinese arbitri.

 

c.s.