San Marino, conference call tra il Governo e le Parti sociali
PDF Stampa
Mercoledì 15 Aprile 2020

 

SAN MARINO – Venerdì 10 aprile si è svolta una conference call promossa dai rappresentanti del Governo per un confronto con le Parti Sociali focalizzata su due temi principali:

- il reperimento di una congrua linea di credito in primis dall'Italia o, con l'aiuto di quest'ultima, dall'Unione Europea;

- elaborare rapidamente la cosiddetta "Fase 2" per consentire gradualmente alle imprese dei diversi settori di riprendere l'attività, al fine di ricominciare a produrre reddito e conseguentemente poter pagare fornitori, contributi, imposte e salvaguardare i posti di lavoro, nel rispetto delle misure necessarie per tutelare la salute dei cittadini.

Ciò nella consapevolezza che per un certo periodo dovremo necessariamente imparare a convivere con il Covid-19, e tenere bloccato il Paese per mesi potrebbe produrre danni irreversibili sul piano sociale ed economico.

Il Governo sta dunque lavorando ad un nuovo decreto con il quale apportare modifiche alla Cassa Integrazione, alla malattia, il posticipo e la rateizzazione di imposte e contributi, nonché prevedere una sospensione temporanea dei licenziamenti senza che ciò, come da noi espressamente richiesto, non comporti costi aggiuntivi per le imprese ed altri aspetti.

Il confronto – al quale ha partecipato anche ANIS - è anche stata l'occasione per sottolineare che tutti insieme abbiamo la responsabilità di continuare a lavorare sugli indispensabili processi di cambiamento e di ristrutturazione del nostro sistema, rimasti irrisolti, indispensabili per recuperare efficienza e competitività come Paese, mettendo in campo soluzioni di prospettiva, e allo stesso tempo per migliorare il nostro merito creditizio.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online