Nessuna condotta antisindacale alla Colombini: respinte tutte le accuse dell’USL
PDF Stampa
Venerdì 17 Febbraio 2017

 

SAN MARINO - L'Associazione Nazionale Industria San Marino accoglie con soddisfazione le due recenti sentenze a favore di Colombini S.p.A., che certificano come l'azienda non abbia mai posto in essere condotte antisindacali, ma abbia invece sempre agito nel rispetto delle norme vigenti, garantendo il pieno esercizio dei diritti sindacali ai propri dipendenti.

Un'accusa, quella dell'USL, pretestuosa quanto grave, stante l'inconsistenza rilevata poi anche dai Giudici durante il corso dei due gradi di giudizio in cui l'azienda è stata ostinatamente trascinata.

ANIS, da sempre certa della correttezza sindacale dell'azienda, come certificano tanti anni di relazioni industriali, non può non rilevare come questo processo si sarebbe potuto evitare, se solo le organizzazioni sindacali, come più volte richiesto dalla nostra Associazione, si fossero accordate sulla suddivisione delle ore per le assemblee e degli altri diritti sindacali.

Con sentenza del Commissario della Legge del 6 settembre 2016 e del Giudice delle Appellazioni Civili del 10 dicembre 2016, si conferma anche quanto da anni sostenuto da ANIS, ovvero che l'onere di distribuire le ore per l'attività sindacale non può ricadere sul datore di lavoro.

Due pronunce che dovrebbero evitare il ripetersi di casi simili. A maggior ragione per il fatto che, nel frattempo, è entrata in vigore la nuova Legge sulla rappresentatività, che colma la precedente lacuna normativa e indica finalmente i criteri per la ripartizione dei diversi diritti sindacali tra le varie organizzazioni sindacali riconosciute. Una Legge, quindi, che conferma ancora una volta quanto i suoi dettami e obiettivi siano utili al mondo delle imprese e dei lavoratori.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online