San Marino, prestito d’onore per l’imprenditoria giovanile: lo propongono i “baby” Pdcs
PDF Stampa
Giovedì 21 Agosto 2014

SAN MARINO - Una proposta in dodici punti per cercare di rivitalizzare, attraverso un apposito progetto di legge, l’imprenditoria giovanile e contestualmente valorizzare i centri storici. Le hanno presentate i Giovani Democratico Cristiani Sammarinesi ieri in conferenza stampa.

La legge attualmente in vigore risale al 1997 e da più parti sono giunte lamentele per la sua efficacia e applicabilità. I giovani del PDCS con la loro proposta di “Legge a sostegno dei giovani imprenditori e delle nuove attività nei centri storici”. mirano alla stesura di un testo unico semplice, senza rimandi a decreti o regolamenti.

Tra le novità principali l’introduzione del prestito d’onore: un anticipo fino a 20 mila euro pur senza le necessarie garanzie, quelle richieste ad esempio dalle banche, per i giovani che hanno per le mani un progetto considerato valido.

Inoltre sgravi contributivi del 50% per i primi tre anni per chi assume sammarinesi Under 40 anni (il confine della gioventù si sposta sempre più in là…) e il versamento posticipato del capitale sociale entro il terzo anno di attività.