Annamaria Furlan (Cisl) a Radio 24: "Conte bis, nessuna discontinuità"
PDF Stampa
Mercoledì 08 Gennaio 2020

"In questo governo c'è poca discontinuità rispetto al passato". Lo dice Annamaria Furlan, segretario generale della CISL a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio. "Le oltre 160 crisi aziendali continuano a crescere e non si riesce a risolvere nemmeno quelle che avevano in loro percorso di soluzione. – prosegue a Radio 24 - Non c'è discontinuità anche sui temei dell'immigrazione, il governo Conte bis non ha cambiato i decreti sicurezza come avevamo chiesto" e conclude: "Per dirsi governo della discontinuità ci vogliono ancora molti passi concreti".

 

"ARTICOLO 18, DISCUSSIONE DEL SECOLO SCORSO"


"La discussione sull'articolo 18 ci riporta al secolo scorso. Abbiamo 300mila lavoratori coinvolti in crisi aziendali, con l'articolo 18 non ne salviamo nemmeno uno". Così Annamaria Furlan, segretario generale della CISL a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. "Abbiamo invece bisogno di impostare una politica industriale per salvare i lavoratori. Non mi interessa un dibattito che riporta a divisioni ideologiche, mi sembra solo un modo per distogliere l'attenzione".

 

"EX ILVA, GRAVE ESCLUDERE I LAVORATORI DALLA TRASFORMAZIONE"

 

"Sarebbe davvero negativo non coinvolgere le organizzazioni sindacali, attraverso la contrattazione, nel processo di trasformazione dell'ex Ilva, ciò significherebbe non riconoscere i lavoratori e i loro sacrifici". Lo afferma Annamaria Furlan, segretario generale della CISL a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. "Dobbiamo ripartire dall'accordo che c'è, ArcelorMittal si è impegnata ad investire 4 miliardi. Se poi ci sarà anche un'implementazione attraverso il governo o altri soggetti finanziari per fare ancora più noi al meglio non poniamo limiti".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online