FIM Antidoping: sospeso temporaneamente il pilota italiano Andrea Iannone
Stampa
Martedì 17 Dicembre 2019

La Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) ha provvisoriamente sospeso (ai sensi dell'articolo 7.9.1 dell'antidoping FIM 2019 Codice CAD) il pilota italiano del Grand Prix Andrea Iannone.

La decisione di sospendere provvisoriamente il sig. Andrea Iannone è stata resa obbligatoria a seguito della ricevuta di un rapporto dal laboratorio accreditato WADA a Kreischa b. Dresda (Germania) che indica un risultato analitico avverso di una sostanza non specificata nella sezione 1.1.a) Steroidi androgeni anabolizzanti esogeni (AAS) dell'elenco vietato 2019, in un campione di urina raccolto in occasione di un test in competizione condotto dalla FIM al round della FIM Grand Prix World Championship che si è tenuto a Sepang, in Malesia, il 3 novembre 2019.

Andrea Iannone ha il diritto di richiedere e partecipare all'analisi del suo campione B.

Andrea Iannone è temporaneamente sospeso con effetto dal 17 dicembre 2019. Gli è quindi vietato partecipare a qualsiasi competizione o attività motociclistica fino a nuovo avviso. Sotto Articolo 7.9.3.2 CAD, il sig. Iannone può chiedere la revoca della sospensione provvisoria.

Ai sensi del Codice mondiale antidoping e del Codice antidoping FIM, la FIM non è in grado di fornire alcuna ulteriori informazioni in questo momento.

 

FIM