Edoardo Rixi a Radio 24: “Il ponte Morandi sarà ricostruito da imprese italiane”
PDF Stampa
Martedì 18 Dicembre 2018

"Il commissario straordinario, che è anche il sindaco di Genova, tiene conto dei tempi di realizzazione e del fatto che ci debba essere una ricaduta importante a livello locale. Genova ha vissuto un momento assolutamente difficile anche dal punto di vista occupazionale, e noi ci aspettiamo che ci siano scelte che aiutino la città." Lo ha detto il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi a 24Mattino di Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. Rispondendo ad una domanda su quale piano vincerà la gara Rixi: "Renzo Piano è genovese – risponde a Radio 24 - e quindi gioca in casa". E' contento che sia Impregilo insieme a Fincantieri a costruire il ponte? "Sono contento che si ricostruisca il ponte in un anno – ha confermato Rixi - sono contento che, come avevamo promesso, i cantieri partano prima di Natale, e che siamo riusciti ad imprimere un'accelerata". Il viceministro quindi ha concluso: "A me interessa poco chi ricostruisce il ponte, mi interessa che si ricostruisca bene, in tempi accettabili e soprattutto da imprese italiane visto che c'è una voglia di rivincita".

 

"BERLUSCONI CI AVEVA CHIESTO DI FARE UN GOVERNO, NON SI PUÒ STACCARE LA SPINA DOPO 6 MESI"


"Vorrei ricordare che è stato per primo Silvio Berlusconi a chiederci di fare un governo per dare stabilità al paese, anche alleandoci con i 5 Stelle. Non è che si può entrare in un governo e poi dopo 6 mesi spegnere la luce o staccare la spina." Lo afferma il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi a 24Mattino di Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. "E' chiaro – ha aggiunto Rixi - che bisogna traghettare questo paese in una condizione di stabilità economica, per evitare anche quello che sta succedendo in Francia. Se si prendono politiche sbagliate, si rischia di creare un'instabilità sociale molto forte".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online