Lorenzin, ex ministro salute, a Radio 24: "Vittoria no vax rinvio di un anno obbligo certificati"
PDF Stampa
Venerdì 03 Agosto 2018

"Penso che di fatto abbiano vinto i no vax, tra l'altro con un'operazione che definisco, dal punto di vista del rapporto istituzionale, scostumata, perché è un emendamento che passa in Commissione Affari Costituzionali. Questo è un tema che deve essere affrontato dal Ministro in base ai dati sanitari, portato all'attenzione del Paese con il giusto modo di fare. Fatto così, da parlamentari che tra l'altro sono sempre stati no vax, con un decreto mille proroghe che si usa sul piano amministrativo, non ha senso. Non è certo questo il modo di trattare un tema di salute pubblica come quello delle vaccinazioni ". Così l'ex ministro alla salute Beatrice Lorenzin a Radio 24.

 

BARTOLAZZI, MOVIMENTO 5 STELLE, A RADIO 24: "OBBLIGO VACCINALE NON IN DISCUSSIONE, MA ALL'INTERNO M5S VARIE VISIONI, ANCHE NO VAX"


"L'obbligo vaccinale non è messo in discussione, questo è un fatto tecnico che fa parte della dialettica politica interna ai gruppi. All'interno del Governo e del Movimento 5 Stelle, su questo argomento c'è uno spettro di divisioni, ci sono no vax e ci sono persone estremamente convinte che la vaccinazione serva, come il sottoscritto. È chiaro che in un ambito di dialettica democratica si discute con tutti, però le decisioni e i decreti legge che, eventualmente, verranno messi in atto, saranno basati sull'evidenza scientifica, quindi ci saranno i vaccini obbligatori". Così il sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi a Radio 24.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online