Piervincenzi a Radio 24: “Chi ha visto ci diceva vi sta bene, non tornate più a Nuova Ostia”
PDF Stampa
Venerdì 10 Novembre 2017

"Quello di Nuova Ostia, nello specifico di piazza Gasparri, è un mondo molto particolare. Ho raccontato già la Sicilia, la Calabria, la Campania, ma lì, in qualche modo, te lo aspetti. Invece a Ostia, a venti minuti da Roma, superata la pineta e Casal Palocco, che sembrano i Parioli, c'è Nuova Ostia, un mondo a parte". Daniele Piervincenzi, giornalista di Nemo aggredito da Roberto Spada a Ostia martedì scorso, è intervenuto stamattina a Radio 24, intervistato da Luca Telese e Oscar Giannino, conduttori di 24 Mattino. "Tutte le saracinesche degli esercizi commerciali sono chiuse – ha poi continuato a raccontare Piervincenzi - Quella parte di Ostia (Nuova Ostia) è completamente abbandonata ma gli abitanti ci sono, sembrano degli spettri che si nascondono nelle loro case. Dopo che ci hanno aggredito, li vedevo sui balconi, sembravano scene tratte da un libro di Sciascia. Alla nostra richiesta di aiuto loro ci dicevano 'Ti sta bene, non tornare più a piazza Gasparri'. È un mondo parallelo, sommerso e spaventoso". Il cronista Rai ha poi ripercorso, ai microfoni di Radio 24, il contenuto dell'intervista a Spada che ha scatenato la violenta reazione.

"Noi ci siamo posti come ci si pone di fronte a un incensurato. Le mie domande a Roberto Spada non sono mai state sul clan, di cui fa parte il fratello e di cui si dice che il fratello sia il boss. Le mie domande erano politiche, anche un po' banali. Volevo una sua spiegazione sul fatto che CasaPound, in quella particolare zona, Nuova Ostia, la zona più difficile di Ostia, un quartiere anche multietnico, ha preso il 18%, mentre su tutto il territorio del X Municipio ha preso il 9%. E forse è stata questa la domanda che inaspettatamente ha fatto arrabbiare Spada", ha concluso il cronista ai microfoni di Radio 24.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online