Il mercato immobiliare: quali risposte dalla politica monetaria?
PDF Stampa
Lunedì 03 Agosto 2009

Le innovazioni nei sistemi di finanziamento legati all’edilizia hanno modificato il ruolo del settore immobiliare nel ciclo economico e nel meccanismo di trasmissione della politica monetaria. Dopo anni di aumenti, i prezzi degli immobili calano in molti Paesi e, in alcuni rallentano gli investimenti in edilizia residenziale, scesi di tre punti di Pil negli ultimi quattro anni.

Gli andamenti rilevanti di questo tipo, lasciano incerto il legame tra settore immobiliare e ciclo economico poiché non si conosce come le fluttuazioni del prezzo delle case influisca sulla spesa al consumo e sugli investimenti residenziali. Inoltre, la prospettiva in molte economie avanzate di un brusco ciclo espansione-stasi nel settore immobiliare ha ripreso il dibattito sulle risposte che la politica monetaria dovrebbe dare. Il nuovo modello l’accesso al credito per la casa è diventato più semplice per le famiglie di diversi Paesi, contribuendo così alla rapida crescita del loro debito ipotecario.
In 18 economie avanzate si è redatta una classifica attraverso un indice dei mutui riferita al grado di sviluppo dei loro mercati ipotecari con cui stabilire la facilità di accesso al credito per la casa familiare. Stati Uniti, Danimarca, Svezia e Olanda sembrano i mercati dei mutui più “sviluppati”, per il maggiore accesso a questo tipo di finanziamento, mentre i Paesi dell’Europa continentale tendono ad una maggiore prudenza.
Ciò rileva poiché il variare dei prezzi delle case influenza i programmi di spesa delle famiglie, per il ruolo di garanzia svolto dall’immobile. Negli ultimi venti anni questo ruolo è cresciuto pur restando ambigua la sua azione sulla capacità delle famiglie di mantenere inalterati i consumi di fronte agli shock che colpiscono il reddito con un diffuso utilizzo del credito garantito dalla ricchezza immobiliare. La politica monetaria può addolcire l’impatto degli andamenti del mercato immobiliare sull’economia in generale? Il ruolo degli immobili ora è rafforzato perché il più facile accesso alle garanzie immobiliari ha legato strettamente i prezzi delle case alla politica monetaria i cui cambiamenti sul prodotto sono maggiori nelle economie ove i mercati finanziari immobiliari sono più sviluppati e competitivi.

FIXING N.30 – venerdì 31 luglio 2009