Agosto, tempo di riflessioni
PDF Stampa
Lunedì 03 Agosto 2009

Agosto è dietro l’angolo, mese foriero di riflessioni, momento di rincorsa prima di spiccare il nuovo salto. È l’occasione per guardare le cose con un minimo di distacco, in modo da focalizzare meglio criticità e prospettive. Ecco che dietro l’angolo c’è l’accordo sospirato con l’Italia, sempre che l’impegnatissimo Tremonti non faccia slittare la firma. Ecco che c’è l’appuntamento in autunno con il Moneyval: il Consiglio Grande e Generale ha varato il pacchetto di interventi, i 12 accordi internazionali sono un obiettivo più abbordabile (già firmati o parafati con Belgio, Monaco, Libia, Grecia e Ungheria) ma la grey list resta uno spauracchio.

Prima di andare in vacanza si è incominciato a parlare d’Europa. Non come meta di viaggi turistici bensì come approdo indispensabile per il Paese. Il dibattito pre-festivo si sta accendendo, l’impressione è che sia un approccio un po’ troppo romantico (e ottimistico) e poco concreto. Più serio sarebbe oggi incominciare a mettere mano alle storiche arretratezze del Titano, dalla burocrazia al peso della spesa corrente, cercando nuove vie per la competitività in sostituzione dei baluardi che si stanno sgretolando giorno dopo giorno. Senza di questo, San Marino non può uscire dalle secche: né confidando nell’Italia, né sognando l’Europa.

FIXING N.30 – venerdì 31 luglio 2009