San Marino, due domande per i progetti milionari in Centro Storico
PDF Stampa
Martedì 08 Dicembre 2020

bando interesse turismo piccolo

 

di Daniele Bartolucci

 

Il Congresso di Stato in riferimento al Bando Internazionale emanato lo scorso 28 settembre 2020, ai sensi della delibera del Congresso di Stato n.8 del 14 settembre 2020, informa che "alla data di scadenza prevista per il giorno lunedì 16 novembre, sono pervenute n.2 domande per esprimere la manifestazione di interesse sulle proposte di investimento in infrastrutture pubbliche e prioritarie con particolare riferimento al settore Turistico-Commerciale. Il bando ha previsto anche, come condizione indispensabile per la partecipazione alla successiva fase di valutazione da parte del Congresso di Stato, il deposito presso Istituti di Credito Sammarinesi di 50 (cinquanta) milioni di euro o, in caso di proposte di investimento relative a singole opere e infrastrutture, un deposito pari al costo di realizzazione presunto dell'investimento infrastrutturale proposto".

Il Congresso di Stato informa che ai sensi della citata delibera n.8 del 14 settembre 2020 delibererà in merito alle manifestazioni di interesse ricevute, conformemente alle condizioni stabilite dal bando, entro la data prevista del prossimo 15 dicembre.

Come noto, si trattava del bando per la realizzazione nel Centro Storico di opere come alberghi, centri benessere e parcheggi, in precise aree che l'Esecutivo intende riqualificare. Le zone individuate erano i piazzali di Cava Antica e Cava degli Umbri; Piazzale Giangi, scuola secondaria superiore di Città, cinema Turismo e, fuori dal centro, l'aviosuperficie di Torraccia. Interventi racchiusi nel piano operativo per il Centro Storico redatto dalla Segreteria al Territorio, documento che individua le politiche da promuovere per la valorizzazione funzionale e qualitativa della Repubblica.

"Obiettivo del bando", spiegavano dal Governo, "è favorire sinergie pubblico/privato: lo Stato metterà a disposizione l'area, l'investitore il capitale. Da tempo si parla di manifestazioni d'interesse internazionali per la realizzazione nella Capitale di strutture ricettive. La presenza di San Marino nel Patrimonio Unesco, la bellezza del territorio e la sua unicità ne fanno punti di forza", e in questo "il bando renderà la scelta trasparente".

Le domande dovevano pervenire entro il 31 ottobre e gli interessati avrebbero dovuto dimostrare di avere la capacità economica di sostenere l'investimento, versando 50 milioni in una banca del Titano. "Questo non solo permetterà di appurare se ci sia interesse reale, ma nella fase preliminare darà modo agli uffici preposti di svolgere tutti gli accertamenti e i controlli del caso, verificando la serietà degli investitori prima dell'assegnazione, prevista entro fine anno". Le due domande, ha anticipato RTV nei giorni scorsi, di cui una proveniente dall'Italia, riguardano investimenti nel centro storico di San Marino Città, in particolare nell'Area 1 così come indicata dal bando, quella cioè del parcheggio 6 "Cava Antica", parcheggio 7 "Cava degli Umbri" e area parcheggio 2 Piazzale Giangi.