Repubblica di San Marino, l’aviazione civile pronta a mettersi “in volo”
PDF Stampa
Mercoledì 21 Ottobre 2020

Aviazione

 

"Il Decreto Delegato nr. 163 del 2020 è finalizzato a concedere all'Autorità per l'Aviazione Civile la possibilità di assolvere alle funzioni di sorveglianza, registrazione, ispezione e certificazione, secondo le linee guida fornite dall'ICAO (International Civil Aviation Organisation) al settore aereonautico". Per la realizzazione di tali finalità, si legge nel Decreto, "l'Autorità per l'Aviazione Civile deve possedere una adeguata ed efficace organizzazione per soddisfare i requisiti previsti dal settore dell'aviazione civile; disporre di un efficace sistema di controllo della sicurezza aerea; potenziare la propria struttura organizzativa con personale tecnico altamente qualificato. L'Autorità per l'Aviazione Civile relazionerà annualmente al Congresso di Stato in merito allo sviluppo del Registro Aereonautico di San Marino. Rimandando il lettore al testo integrale (scaricabile sul sito del Consiglio Grande e Generale) ci soffermiamo sugli aspetti più importanti.

 

ARTICOLO 5


Le principali funzioni del Comitato Esecutivo devono essere quelle di sviluppare politiche e dare direttive generali sull'implementazione e il conseguimento degli obiettivi e delle funzioni dell'Autorità. Il Comitato Esecutivo dovrà: prendere atto della nomina del personale dell'Autorità ad eccezione del Direttore Generale; approvare termini e condizioni di assunzione di tutto il personale dell'Autorità; valutare le prestazioni del Direttore Generale; approvare le norme, i regolamenti, le politiche e le procedure del personale di servizio per l'Autorità; esaminare le attività annuali, i report finanziari e qualsiasi altro report eventualmente richiesto dal Comitato Esecutivo o dal Segretario di Stato con delega ai Trasporti; proporre la convocazione di riunioni che possono essere considerate necessarie; esaminare e approvare il bilancio dell'Autorità; esaminare e approvare i piani di lavoro annuali dell'Autorità; esaminare e approvare questioni relative all'acquisizione e alla cessione di beni dell'Autorità.

 

ARTICOLO 6

 

Fatto salvo quanto disposto dal Decreto Delegato del 30 luglio 2015 numero 128, i membri del Comitato Esecutivo non possono controllare, gestire o operare nessuna attività legata ai settori dell'Autorità mentre sono in carica. Qualora un membro abbia un interesse finanziario in qualsiasi attività legata ai settori dell'Autorità è tenuto a rendere noto tale interesse alle autorità competenti che hanno il potere di nomina. Un membro è interdetto dal partecipare a qualsiasi azione o decisione in un'attività legata ai settori dell'Autorità qualora possa, direttamente o indirettamente, influire sui suoi interessi finanziari.

 

ARTICOLO 7

 

Il Direttore Generale dovrà redigere un piano economico aziendale quinquennale che dovrà essere esaminato dal Comitato Esecutivo ogni anno e deve contenere obiettivi finanziari e indicatori di performance per l'Autorità e deve essere approvato dal Comitato Esecutivo e dal Segretario di Stato con delega ai Trasporti. Nel preparare il piano economico aziendale, il Direttore Generale deve considerare:

a) la necessità di elevati standard di sicurezza aerea;

b) gli obiettivi e le politiche del Governo della Repubblica di San Marino;

c) le indicazioni impartite dal Segretario di Stato con delega ai Trasporti;

d) qualsiasi trasferimento di fondi da parte del Governo all'Autorità per finanziare le sue funzioni normative e le attività di ricerca e soccorso;

e) la necessità di mantenere un livello ragionevole di riserve, tenendo conto di eventuali future esigenze infrastrutturali;

f) qualsiasi altra considerazione commerciale che il Direttore Generale ritenga appropriata;

g) eventuali contributi a organismi internazionali collegati all'aviazione civile;

h) la necessita di attrarre e mantenere personale tecnico altamente qualificato per raggiungere gli standard di cui al punto a).

Una sintesi del piano aziendale sarà pubblicata sui siti istituzionali della pubblica amministrazione della Repubblica di San Marino da parte dell'Autorità dopo che il piano è stato approvato dal Segretario di Stato con delega ai Trasporti.