“Lavoriamo per evitare nuovi lockdown”
PDF Stampa
Mercoledì 14 Ottobre 2020

Roberto Ciavatta Segretario di Stato

 

di Daniele Bartolucci

 

"Non ci sono casi gravi e la situazione è sostanzialmente sotto controllo". Così il Segretario di Stato alla Sanità, Roberto Ciavatta, alla domanda sulle nuove misure restrittive che l'Italia sta per introdurre: "Siamo in attesa del nuovo DPCM annunciato dal premier Conte e come già fatto in precedenza, ci muoveremo di conseguenza cercando di fare interventi equipollenti, ma mantenendo una certa autonomia. Ad esempio", ha spiegato Ciavatta, "sull'utilizzo delle mascherine anche all'aperto, abbiamo già avuto un confronto con i nostri esperti virologi e concordiamo sulla non utilità di questo implemento". "Siamo comunque pronti a intervenire", ha avvertito Ciavatta con determinazione, "anche se, ricordiamocelo bene, l'obiettivo principale in questa fase, oltre a evitare nuovi contagi, è quello di lavorare tutti affinché non si debba arrivare a nuovi lockdown, perché il Paese non ce la farebbe, le imprese hanno già sofferto e i cittadini sono stanchi".

 

AL VIA LE VACCINAZIONI CONTRO L'INFLUENZA

 

Ha preso il via ufficialmente il 30 settembre la nuova campagna di vaccinazione contro il virus dell'influenza stagionale. Un'importante iniziativa di salute pubblica a cui l'Istituto per la Sicurezza Sociale dedica da sempre molta attenzione, ma quest'anno sarà particolarmente incisiva per effetto della Epidemia mondiale da Covid-19. Il virus dell'influenza stagionale, infatti, si trova a "convivere" con il nuovo coronavirus, il Sars CoV-2, responsabile della pandemia. Di conseguenza risulta ancora più importante effettuare la vaccinazione contro l'influenza, così da facilitare la diagnosi, in caso di presenza di sintomi respiratori e soprattutto per evitare il rischio di una duplice infezione.

Nella stagione 2020/21 una delle decisioni più significative è stata quella di ampliare il target di riferimento per la vaccinazione antinfluenzale, sempre offerta gratuitamente dall'ISS a tutte le persone con più di 60 anni e ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni d'età. La vaccinazione antinfluenzale è anche altamente raccomandata nelle categorie più esposte, come sanitari e forze dell'ordine, e nelle persone con particolari fragilità o con co-morbilità, come i pazienti affetti da malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio, dell'apparato cardiocircolatorio, da diabete mellito e da altre malattie metaboliche, malattie renali con insufficienza renale, malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie, tumori, malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, malattie neuromuscolari, patologie croniche del fegato e anche per i familiari e contatti di persone ad alto rischio. Obiettivo della campagna antinfluenzale stagione 2020/21 è raggiungere circa il 75% della popolazione target, come è raccomandato dagli organismi sanitari internazionali. Per tale ragione l'ISS ha già acquistato un quantitativo di vaccino (quadrivalente inattivato prodotto su colture cellulari), capace cioè di fornire immunità per tutti e quattro i ceppi virali influenzali, superiore a quello degli altri anni, e altre dosi sono in ordine. Il vaccino sarà disponibile negli ambulatori del proprio medico di condotta (Centri sanitari e Ambulatori decentrati), all'Ufficio Vaccinazioni e, in via sperimentale, presso la Direzione Ospedaliera, in alcuni reparti di degenza dell'Ospedale e negli ambulatori di Pediatria.

Per supportare la campagna, sono stati ampliati e potenziati i canali di comunicazione e potenziata l'informazione ed è a tal proposito che è stata avviata anche una collaborazione con l'Associazione sammarinese di informatica.

Oltre ai manifesti che saranno affissi in Repubblica da oggi, è stata predisposta una campagna social, con pagine dedicate su Facebook e Instagram, e creata una pagina specifica sull'Influenza e la vaccinazione antinfluenzale all'interno del sito ISS (www.iss.sm), realizzata dall'Ufficio informatico, dove sarà reperibile e consultabile ogni tipo di informazione, le ricerche pubblicate da fonti autorevoli e i dati sull'andamento dei casi di influenza.

Per maggiori informazioni contattare l'Ufficio Vaccinazioni al numero 0549 994338 oppure inviare una email all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .