San Marino – Unione europea, ratificata la convenzione monetaria
PDF Stampa
Giovedì 12 Marzo 2020

BEPS

 

Piena e intera esecuzione è stata data agli Emendamenti apportati nell'anno 2018 all'Allegato della Convenzione monetaria fra l'Unione Europea e la Repubblica di San Marino, firmata a Bruxelles il 27 marzo 2012, a decorrere dall'entrata in vigore degli stessi, in conformità a quanto disposto dall'articolo 2 della decisione adottata dalla Commissione Europea il 22 marzo 2018. Lo annuncia il Decreto Consiliare numero 37 del 2 marzo 2020.

La Commissione Europea, visti il trattato sul funzionamento dell'Unione europea e l'accordo monetario del 27 marzo 2012 tra l'Unione europea e la Repubblica di San Marino, in particolare l'articolo 8, paragrafo 5 – che impone alla Repubblica di San Marino di attuare gli atti giuridici dell'Unione e le norme sull'euro banconote e monete, diritto bancario e finanziario, prevenzione del riciclaggio di denaro, prevenzione delle frodi e contraffazione di mezzi di pagamento in contanti e non in contanti, medaglie e gettoni e rendicontazione statistica requisiti - ha adottato una serie di decisioni in materia di prevenzione del riciclaggio di denaro, prevenzione della frode e della falsificazione, normativa bancaria e finanziaria.

"Le modifiche – si legge nella Relazione che accompagna i Decreto Consiliare - sono state effettuate in base a delle disposizioni specifiche contenute nella Convenzione ed in seguito a quanto concordato durante le prime due riunioni del Comitato Misto, organo istituito ai sensi dell'Articolo 11 della stessa. L'Articolo 8, comma 5 della suddetta Convenzione prevede che l'Allegato ad essa annesso, contenente un elenco degli atti normativi comunitari che dovranno essere recepiti da San Marino e la relativa tempistica, possa essere emendato una volta l'anno e che, pertanto, il Comitato Misto fisserà termini appropriati e ragionevoli per la loro attuazione da parte della Repubblica di San Marino. Il Regolamento interno del Comitato Misto, al suo Articolo 3, prevede che le riunioni di tale Comitato si svolgano con cadenza annuale. Durante l'incontro del 18 settembre 2017, svoltosi a San Marino, sono stati decisi ulteriori emendamenti all'Allegato alla Convenzione monetaria, a cui erano state già apportate modifiche in seguito ai precedenti incontri del Comitato. I cambiamenti effettuati nell'anno 2018 all'Allegato riflettono il continuo evolversi della normativa europea che viene costantemente ampliata e modificata nei vari ambiti coperti dalla Convenzione (banconote e monete in euro e la prevenzione della frode e della falsificazione delle stesse; prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo e diritto bancario e finanziario). I suddetti emendamenti sono stati recepiti dall'Unione Europea con la Decisione della Commissione Europea del 22 marzo 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea in data 23 marzo 2018".