La manutenzione delle strade interagisce col verde pubblico
PDF Stampa
Venerdì 06 Marzo 2020

CasaliErmetiGrilliTosiBelluzzi2020-02-20

 

Circa 200 figure, fra cui tecnici impegnati nella gestione delle reti stradali di realtà come Ravenna, Bagno di Romagna, Urbino e Ancona, hanno partecipato al seminario "La gestione della manutenzione stradale e l'interazione con il verde pubblico", andato in scena al Palazzo del Turismo di Riccione giovedì 20 febbraio, grazie all'organizzazione del corso di laurea in Ingegneria Civile dell'Università degli Studi della Repubblica di San Marino, in collaborazione con l'Azienda Autonoma per i Lavori Pubblici (AASLP), il Comune di Riccione e Geat (Gestione Servizi per l'Ambiente e il Territorio del Comune di Riccione).

Nell'ambito dell'iniziativa la pianificazione della manutenzione stradale e le attività svolte per la rete viaria di San Marino sono stati al centro di un intervento curato dal docente dell'Ateneo sammarinese Andrea Grilli. Gli altri approfondimenti, che hanno riguardato temi come l'analisi del ciclo di vita dei materiali a uso stradale e le conseguenze di scavi e pavimentazioni nei confronti degli alberi, sono stati affidati a responsabili di enti, organizzazioni come l'Associazione Strade Italiane e Bitumi e istituzioni accademiche come l'Ateneo di Bologna. Spazio inoltre a un dibattito che ha visto la partecipazione, fra gli altri, del direttore AASLP, Matteo Casali, del dirigente dell'Ufficio Gestione Risorse Ambientali e Agricole di San Marino (UGRAA), Tonino Ceccoli, e di Roberto Gasperoni, presidente della Federazione Regionale Emilia - Romagna degli Ordini dei Dottori Agronomi. Sono intervenuti inoltre il sindaco di Riccione, Renata Tosi, e il Segretario di Stato per l'Istruzione e la Cultura di San Marino, Andrea Belluzzi, a conferma del diretto coinvolgimento delle istituzioni e della loro sensibilità rispetto a questi temi.

"L'ampia e completa partecipazione, che ha interessato quasi tutte le amministrazioni dell'area che va da Ravenna ad Ancona, includendo inoltre l'entroterra, conferma che il percorso intrapreso dall'Ateneo sammarinese, che con il corso di laurea in Ingegneria Civile è impegnato in un ciclo di seminari sul tema dal 2012, è altamente apprezzato. Il ruolo che San Marino riesce a svolgere mettendo in sinergia istituzioni come Università, AASLP, UGRAA e UPT sta diventando sempre più rilevante. Mi preme sottolineare che il metodo che abbiamo adottato a San Marino, già scelto dall'amministrazione di Fano, sarà presto esteso anche a Riccione".