Turisti, nel 2019 bene gli arrivi e le presenze nelle strutture sammarinesi
PDF Stampa
Venerdì 06 Marzo 2020

turisti rsm

 

di Alessandro Carli

 

In attesa della pubblicazione dell'aggiornamento della mappa dei Paesi europei "più sicuri" sotto il profilo del terrorismo, anche per il 2020 il Foreign and Commonwealth Office, un dicastero del Regno Unito responsabile della promozione degli interessi del Paese all'estero, ha inserito San Marino tra le Nazioni in cui si può viaggiare senza problemi. In vista del primo "ponte", quello di Pasqua (12 aprile) queste indicazioni risultano utili anche perché il Titano, attraverso l'aeroporto "Fellini", è collegato a Londra due volte alla settimana, il martedì e il sabato attraverso Ryanair.

Sul sito ufficiale difatti si può leggere che "il crimine di strada è estremamente raro". Tuttavia, vanno prese "le solite precauzioni con passaporti e denaro. Per quel che riguarda gli "attacchi" invece, "non vi è una storia recente di terrorismo a San Marino" anche se "non possono essere esclusi".

Sempre il Foreign Office si è poi attivato sul Coronavirus: auto isolamento per chi proviene da sopra Pisa, Firenze e Rimini anche se presenta sintomi leggeri.

 

I NUMERI DEL TURISMO A SAN MARINO NEL 2019

 

Nel 2019 l'afflusso turistico è stato pari a 1.904.490 visitatori (+1,6% rispetto al 2018). Analizzando l'andamento mensile dei visitatori si rileva un aumento di presenze sia in febbraio che in marzo; maggio ha invece registrato un saldo negativo (-10,3%) a causa del maltempo che lo ha caratterizzato. I mesi estivi con saldo positivo rispetto all'anno precedente sono giugno (+3,8%) e settembre (+5,7%), mentre a luglio si rileva un calo del 1,7% e ad agosto un lieve aumento (+0,9%). L'ultimo trimestre si è rivelato positivo per tutti è tre i mesi, in particolare a ottobre si registra un aumento del +4,8% e a dicembre del 2,1%.

Per quanto riguarda il turismo di sosta, nel 2019 si sono registrati 111.371 arrivi (+32% rispetto al 2018) per un totale di 204.735 pernottamenti (+26%), con una media di 1,84 notti trascorse per ogni persona arrivata. I turisti che nel 2019 hanno scelto di pernottare a San Marino provengono per l' 86,6% dall'Europa, il 5,6% dall'America, il 6,6% dall'Asia e il restante 1,2% suddiviso tra Africa e Oceania. L'Italia è il paese di provenienza della maggior parte di turisti (57,8% sul totale), seguita da Germania (5,6%), Regno Unito (2,5%) e Paesi Bassi (2,3%). Tra i paesi extra-europei, la maggior parte degli ospiti registrati nelle strutture, alberghiere e non, della Repubblica proviene dagli USA (3%), dal Giappone (2%) e dalla Cina (1,2%). Interessanti anche gli arrivi e le presenze per tipologia di struttura ricettiva. Per comodità, abbiamo preso gli anni 2018 e 2019: per tutte le voci – quindi affittacamere, Centro Vacanze, Hotel, istituti religiosi, Ostello e Residence – le presenze sono quasi tutte in aumento. Sintetizzando la tabella, gli affittacamere sono passati da 1.291 arrivi e 3.848 presenze del 2018 a 2.857 arrivi e 6.270 presenze nel 2019. Il Centro Vacanze da 14.417 arrivi e 51.018 presenze a 15.711 arrivi e 46.391 presenze, gli hotel da 66.007 arrivi e 100.817 presenze a 89.831 arrivi e 144.205 presenze, gli istituti religiosi da 2.026 arrivi e 5.280 presenze a 2.534 arrivi e 6.369 presenze, l'ostello da 431 arrivi e 1.006 presenze a 403 arrivi e 1.179 presenze. I residence invece sono rimasti costanti, passando da 38 arrivi e 322 presenze del 2018 a 35 arrivi e 321 presenze dello scorso anno.