La Repubblica di San Marino è sempre più a impatto “zero”
PDF Stampa
Martedì 25 Febbraio 2020

Auto elettrica

 

di Alessandro Carli

 

Cala il parco macchine della Repubblica di San Marino – al 31 dicembre 2019 il totale dei veicoli registrati è stato di 52.690 (1.714 veicoli in meno nell'ultimo anno). Le immatricolazioni di veicoli, 3.354 nel 2019, hanno registrato una diminuzione di 239 unità (-6,7%) rispetto all'anno precedente, un decremento imputabile prevalentemente alle automobili, che nel 2019 hanno raggiunto 2.465 immatricolazioni, 257 in meno rispetto al 2018; di cui 88 immatricolazioni in meno di vetture nuove e 169 in meno di auto usate. Lo spiega il Bollettino consuntivo del 2019 firmato dall'UPECEDS.

Nel 2019 le immatricolazioni di mezzi di lavoro, si legge nel documento dell'Ufficio di Statistica, sono state 330 (+1 rispetto al 2018), quelle di veicoli a due ruote sono state 559 (+17 rispetto all'anno precedente).

Tra i 2.465 autoveicoli immatricolati nell'anno, 174 sono a combustibile Ibrido o Elettrico (+43 unità pari al +32,8 rispetto al 2018) e 730 a benzina (+107 unità, pari al +17% rispetto al 2018), incremento anche per le auto a metano, 32 immatricolazioni rispetto alle 7 dell'anno precedente.

Nel 2016, ricorda l'Ufficio di Statistica, le automobili elettriche o ibride immatricolate nella Repubblica di San Marino sono state 57, circa il 2% del totale. Nel 2017 il numero è arrivato a quota 113 mentre l'anno successivo, nel 2018 quindi, si è arrivati a 131 (su un totale di 2.722 veicoli, pari a poco meno del 5%).

E se i dati del primo trimestre del 2019 avevano confermato il trend di crescita – su un totale di 699 auto registrate, 38 erano elettriche o ibride, ovvero il 5,4% - al 31 dicembre 2019, come detto, ben 174 autovetture immatricolate sono "green".

 

LE AGEVOLAZIONI PER CHI LE ACQUISTA


Per chi decide di acquistare un veicolo elettrico la Repubblica di San Marino riconosce un credito d'imposta pari all'80% della tassa sulle importazioni, agevolazione che sale al 99 per cento nel caso di veicoli a idrogeno.

Inoltre è prevista una riduzione d'imposta del 30% per l'acquisto di stazioni di ricarica per immobili di civile abitazione.