Il grande “abbraccio” che sa donare solamente il luogo dello sguardo
PDF Stampa
Mercoledì 23 Ottobre 2019

Elio Il Grigio

 

di Alessandro Carli

 

Di "grigio" ce n'è uno solo, ed è in programma il 17 novembre. Il resto del cartellone teatrale 2019-2020 della Repubblica di San Marino è coloratissimo: colorati sono gli autori messi in scena (Roald Dahl, Luigi Pirandello, Jane Austen, Fëdor Dostoevskij, ognuno con la propria nuance) così come i testi, che spaziano dalle "tinte forti" – come nel caso di "Alfonsina Panciavuota" di Teatro Dallarmadio, on stage la sera del 26 novembre in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne - a quelle più seppiate, (il "Cunto de li cunti" di Giambattista Basile che è la base di partenza di "Salvatore D'Onofrio e Carmine Maringola La Scortecata" diretto da Emma Dante).

Se davvero "theatron" significa "luogo dello sguardo" (citazione di Carlo Infante) e soprattutto se "non esiste teatro se non condiviso", la programmazione scenica del Monte Titano promette in andare incontro alle singole aspettative degli spettatori non sono sammarinesi ma anche delle zone limitrofe: 27 rappresentazioni inserite in diversi contenitori culturali (da "Teatranti" allo "Lo schermo sul leggio Noir" e proseguendo poi con "Identità Teatrali", "In scena a km0", "Famiglie a teatro" e "Microphonie"), come un abbraccio grande che si aprirà il pomeriggio del 10 novembre con Ivano Marescotti e si chiuderà il 5 aprile quando sulle assi del Titano salirà David Riondino, interprete de "L'invasione degli ultracorpi" (dal romanzo di Kack Finney).

 

GLI SPETTACOLI DEL 2019


Domenica 10 novembre al Teatro Titano (ore 17) per "Lo schermo sul leggio Noir" Ivano Marescotti interpreta "Lamb to the slaguhter" (dal libro di Roald Dahl) con le immagini tratte dal film di Alfred Hitchcock. Stesso luogo, due giorni più tardi (12 novembre) la Compagnia Scimone Sframeli proporrà il bellissimo "Sei", un adattamento libero (e "bonsai") de "I sei personaggi in cerca d'autore" del Premio Nobel Luigi Pirandello.

"Il grigio" di Giorgio Gaber e Alessandro Luporini torna al Teatro Nuovo: il 17 novembre Elio (nella foto) darà voce e corpo al monologo dedicato alla figura del misterioso "topo".

Il tour europeo di Calcutta partirà dalla Repubblica di San Marino il 19 novembre per poi toccare le 11 città maggiori in tutta Europa mentre per il debutto del primo lavoro di "Famiglie a teatro bisognerà aspettare il 23 novembre alle 16.30 quando Michele Cafaggi presenterà "Ouverture des saponettes – un concerto per bolle di sapone".

Dopo il già citato "Alfonsina Panciavuota" (26 novembre), "Gospel coast to coast" (30 novembre) è la proposta di Joyspell Gospel Choir e Jubilation Gospel Choir, "Piccole storie inutili" invece quella di Daniele Torri & Loser Baby al Titano il 1 dicembre.

"Le notti bianche" di Fëdor Dostoevskij (adattamento di Giulio Casale) illumineranno il 6 dicembre 2019 il Teatro Titano, "Il folletto mangiasogni" della Compagnia Fratelli di Taglia il pomeriggio del 15 dicembre (al Teatro Concordia).

 

GLI SPETTACOLI DEL 2020

 

Il nuovo anno si apre al "Nuovo": il 5 gennaio difatti si balla con "Violins at the discoteque_Jbees in Orchestra," il meglio della Disco Music 70/80... e non solo", un evento firmato dall'Associazione Fun4all e Rimini Classica. L'utile sarà devoluto all'Associazione oncologica sammarinese.

La Berlino degli Anni Trenta fa da sfondo ad una vicenda che, con leggerezza, arriva in profondità. Veronica Pivetti – l'8 gennaio alle 21 al "Nuovo" - si cimenterà nell'insolito doppio ruolo di "Viktor und Viktoria".

"Salvatore D'Onofrio e Carmine Maringola La Scortecata" diretto da Emma Dante salirà al Titano il 12 gennaio, Joyce Elaine Yuille & Jazz Inc. in "The soul of porter" invece il 17 gennaio.

Lunedì 27 gennaio per la rassegna "Teatranti - in occasione della Giornata della Memoria" Laura Curino offrirà al pubblico "La lista", la storia di Pasquale Rotondi, l'uomo che ha salvato quasi diecimila preziosissime opere d'arte italiane dalla rapacità nazista e dalla distruzione bellica.

Giovedì 30 gennaio al Teatro Titano (ore 21) "Graces" di Silvia Gribaudi, un progetto di performance ispirato alla cultura e al concetto di bellezza e natura che Antonio Canova realizzò tra 1812 e il 1817. Un lavoro "fuori abbonamento" inserito nel programma "E' Bal – Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea".

"44. Il coraggio della scelta" di Eugenio Sideri è la "sfida" di Patrizia Bollini, un monologo sulle martiri partigiane della Resistenza romagnola in programma il 13 febbraio. Candida Bondi, Natalina Vacchi, Ines Bedeschi, Osvalda Baffè. Staffette. Partigiane. Dai loro nomi, dalle loro gesta, l'autore è partito raccogliendo testimonianze e materiale per raccontare le donne in quegli anni terribili.

Sempre a febbraio troviamo Carlo Lucarelli in "Almost blue" (il giorno 23) e SMArt Academy che il 28 racconterà "Le parole che fanno male". Il 3 marzo al Teatro Titano Leo Gullotta è "Bartleby lo scrivano" (ore 21), il 6 invece il Teatro Officina Zimmermann farà entrare il pubblico nella "Triangle Factory – Quando la fabbrica bruciò".

Troviamo poi Luca Regina con "Ecocircus" domenica 8 marzo al Teatro Titano alle 16.30 e Arturo Cirillo con "Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen (10 marzo). Dopo il dialogo - bellissimo - con Ascanio Celestini del 2018, il 15 marzo Giuliana Musso sarà impegnata ne "La Scimmia", la descrizione di un'iniziazione inevitabile alle solite vecchie regole del gioco del patriarcato, che impone la rinuncia all'intelligenza del corpo, al sapere dell'esperienza e dell'emozione.

Il 27 marzo Stefania Rocca si confronterà con "Esercizi di stile". Giochi di parole, strumenti linguistici, registri espressivi e parodie letterarie saranno alternati alle asimmetrie e giocosità.

Il Teatro dell'Argine, dopo l'ouverture dell'8 novembre, replicherà il 29 marzo al Concordia con lo spettacolo "Ricordi?" prima della chiusura della stagione, il 5 aprile, con David Riondino.

Biglietti, luoghi, orari e sinossi si trovano sul sito https://www.sanmarinoteatro.sm/on-line/home.html.