ANIS convoca i partiti: le priorità sono le idee e i programmi elettorali
PDF Stampa
Martedì 22 Ottobre 2019

William Neni Romina

 

di Daniele Bartolucci

 

Da una parte le criticità del sistema con la costruzione delle soluzioni condivise da tutto il Paese, dall'altra le idee e i progetti per lo sviluppo di San Marino, delle sue imprese ma anche del benessere collettivo. Sono questi i temi che l'Associazione Nazionale Industria San Marino metterà sul tavolo durante i confronti con i singoli partiti, convocati per l'inizio settimana. "Questa iniziativa, ideata dal Consiglio Direttivo dell'Associazione", spiega il Segretario Generale William Vagnini, "conferma il ruolo attivo e propositivo che ANIS ha sempre avuto nei confronti della politica e delle Istituzioni sammarinesi, a maggior ragione in questa fase di elaborazione dei programmi elettorali, dove si dovranno concretizzare le diverse idee dei singoli partiti o delle coalizioni. E' quindi importante per noi, in questo specifico momento, confrontarci con chi si candida a governare il Paese per condividere le soluzioni alle principali criticità del sistema: abbiamo sempre ribadito che ci sono delle priorità che riguardano tutti, oltre ai singoli interessi - dal Bilancio dello Stato al sistema bancario, fino alle principali riforme, come quella delle pensioni – su cui occorre intervenire quanto prima. Tutto ciò, insieme alle altre politiche per lo sviluppo, deve essere affrontato con un approccio nuovo e più efficace: serve, a nostro avviso, un metodo di lavoro diverso, che riconduca le principali tematiche ad una cabina di regia, e da essa vengano poi indirizzati i vari interventi. E' fondamentale che vi partecipino dunque tutte le parti sociali e ci sia un confronto reale a partire dalla condivisione dei dati. Su questi aspetti chiederemo ai singoli partiti di assumere una posizione certa e netta".

Nei programmi elettorali, però, si dovranno scrivere anche tutte le altre proposte e idee per il futuro del Paese: "Porteremo sicuramente all'attenzione dei partiti politici anche le istanze degli imprenditori e delle imprese che rappresentiamo, ma non ci focalizzeremo sui singoli interventi, per quanto importanti siano. Come Associazione abbiamo una visione sistemica del Paese, dove tutte le parti debbano concorrere allo sviluppo, unica leva in grado di sostenere tutto il resto, a partire dallo Stato e quindi il welfare che esso garantisce. Da tempo chiediamo un Piano Strategico per lo sviluppo del Paese e auspichiamo che tutte le forze politiche, con le loro legittime e differenti sensibilità, abbiano chiara questa necessità. E' indispensabile capire e indicare oggi come si immagina la San Marino dei prossimi anni e come realizzare tale obiettivo. Quindi daremo ampio spazio", spiega Vagnini, "alla presentazione dei programmi elettorali, delle idee e dei progetti su temi specifici, siano essi economici o sociali".