San Marino, gli Eccellentissimi Capitani Reggenti in visita alle “eccellenze”
PDF Stampa
Martedì 08 Ottobre 2019

GIRATO VISITA REGGENZA AZIENDE- LEAGELERBOZETAROBOPACACQUA VIVA SRL.mxf.00 10 55 09.Immagine009

 

di Alessandro Carli

 

Grande attenzione alla ricerca e allo sviluppo, nuovi investimenti infrastrutturali, espansione nel mercato estero e costante impegno nella formazione. Sono queste le parole chiave che accomunano tante realtà di spicco di San Marino, tra le quali Aqua Viva srl, Erbozeta SpA, Leagel srl, Robopac SpA, SIT Group SpA e Tonelli SpA (foto Fixing e San Marino RTV), le aziende che il 19 e il 20 settembre hanno ricevuto la visita degli Ecc.mi Capitani Reggenti Nicola Selva e Michele Muratori, assieme al Segretario di Stato per l'Industria, l'Artigianato, il Commercio e il Lavoro Andrea Zafferani. Assieme a loro anche il Segretario Generale dell'ANIS, William Vagnini. Scopo dell'iniziativa dimostrare la vicinanza delle Istituzioni più alte all'economia reale, l'impresa che produce, ma anche illustrare agli ospiti i processi di lavoro e l'impegno quotidiano che le portano a essere "ambasciatori del Monte Titano nel mondo".

 

LEAGEL


In ordine cronologico, la prima realtà che ha avuto l'onore della visita della Reggenza è stata Leagel con Christian Nardi, Responsabile vendite Italia, che ha illustrato ai presenti la storia dell'azienda (fondata nel 1991 da Tonino Leardini) i numeri "fisici": la sede produttiva è ubicata a Chiesanuova su una superficie di 6 mila mq ma è in via di ultimazione il nuovo stabilimento della logistica, ad Acquaviva, che si estenderà su 3.500 mq. Spazio anche alla forza lavoro, che conta 62 dipendenti e oltre 100 distributori in tutto il mondo. L'azienda è infatti presente in 54 Paesi. Nardi ha evidenziato l'importante trend di crescita e che "il 70% del fatturato proviene dai mercati esteri". Nel marzo 2019 inoltre Leagel ha siglato un importante accordo con International Flavors & Fragrance Inc., leader mondiale del settore degli aromi e delle fragranze al fine di aprire nuove e significative opportunità di sviluppo nel mercato internazionale del gelato.

 

ERBOZETA

 

Roberto Zavaglia, Amministratore Unico di Erbozeta (l'azienda si occupa di produzione e commercializzazione di prodotti per la salute, integratori alimentari e dispositivi medici) ha raccontato ai Capitani Reggenti l'evoluzione dell'impresa, nata come "commerciale" e successivamente trasformatasi in azienda "di produzione". Da singola impresa, Erbozeta si è sviluppata in un gruppo grazie alla creazione di nuove società commerciali: Pharmaluce S.r.l. nel 2008, Logus Pharma S.r.l. nel 2013, Erbozeta Austria nel 2013 e Erbozeta Asia nel 2015. Una struttura articolata, adeguata a garantire come unico risultato un prodotto di altissima qualità ottenuto grazie agli impianti d'avanguardia, agli ambienti di lavoro e all'attenzione maniacale ai particolari. Sono 33 le camere bianche ISO 8. Il vero segreto di tutto questo è il "lavoro di squadra", dove ogni persona è fondamentale e senza il quale non sarebbe pensabile ottenere questi risultati. In un'ottica di crescita costante, Erbozeta in pochi anni ha più che raddoppiato l'occupazione (oggi i dipendenti sono 120) e ha già acquistato un nuovo fabbricato dove verrà spostata la parte logistica.

 

ROBOPAC


Robopac, fondata nel 1982, è leader mondiale nella tecnologia dell'avvolgimento con film estensibile, con una produzione di oltre 9.000 macchine/anno che per il 90%, vengono esportate nei principali mercati internazionali. Sono sei le tecnologie sviluppate dall'azienda: robot, tavole e bracci rotanti per la stabilizzazione di carichi pallettizzati mediante film estensibile (core business), avvolgitori orizzontali con film estensibile per prodotti di forma allungata, macchine per l'applicazione di film termoretraibile e nastratrici. Ogni anno circa il 6% del fatturato del Gruppo - Robopac, Robopac Sistemi, Dimac e Prasmatic, IMSB e Rotac - viene investito in R&D per garantire soluzioni tecnologiche innovative in grado di offrire reali vantaggi ai clienti. Durante l'incontro Federico Spallino si è soffermato anche sui progetti futuri (il 5G; lo scorso anno TIM San Marino e Robopac hanno siglato un accordo di collaborazione per lo sviluppo delle nuove tecnologie in ambito produttivo utilizzando le reti di quinta generazione, ndr) e, su richiesta degli Ecc.mi Capitani Reggenti, ha evidenziato l'urgenza di semplificare l'interscambio commerciale con il superamento del T2.

 

AQUA VIVA


La missione di Aqua Viva è la seguente: "Una cultura scientifica di altissimo livello, maturata attraverso il costante sviluppo di studi e ricerche, e una continua innovazione tecnologica, per raggiungere un unico obbiettivo: produrre integratori alimentari che migliorano la salute e le prestazioni sportive". Ad accogliere la Reggenza, il 19 settembre, Gian Piero Bocchini e il figlio Pietro. In Aqua Viva la parola d'ordine è la ricerca costante del miglioramento. Questo concetto viene applicato quotidianamente nella ricerca, nello sviluppo e nella produzione di integratori alimentari che devono migliorare la qualità di vita delle persone. Si rivolgono ad Aqua Viva aziende che operano nel settore farmaceutico, nelle erboristerie, nella media e grande distribuzione che desiderano integratori alimentari per il benessere della persona. Come in Erbozeta, anche in Aqua Viva grandi attenzioni vengono dedicate agli ambienti di lavoro: le camere bianche – lì dove vengono realizzati i prodotti – sono all'avanguardia per tecnologie e igiene.

 

TONELLI


Il 20 settembre gli Eccellentissimi Capitani Reggenti si sono recati in Tonelli SpA e SIT Group. Piero Tonelli, dopo aver ripercorso la storia dell'azienda - nata negli anni Quaranta come falegnameria, ha poi trasformato l'attività nel commercio di legnami -, ha focalizzato l'attenzione su due nuovi progetti. Tonelli SpA è leader di mercato nella produzione di nido d'ape in cartone a marchio Aston. Il prodotto è usato nell'arredamento e per la produzione di porte e pannelli tamburati. Nello stabilimento della Repubblica di San Marino il nido d'ape viene prodotto nei tre impianti, a sei ed a otto bobine per la lavorazione in automatico in modulo continuo e anche in stecche utilizzate per la lavorazione manuale. Grazie alla lunga esperienza e ai continui investimenti in tecnologia e ricerca, l'azienda può "vantare soluzioni all'avanguardia, come la foratura delle celle per uniformare le temperature e per far fuoriuscire il vapore durante la pressatura". Spazio poi ai lavori "su misura", un progetto appena partito che si inserisce nel percorso di "trasformazione dei servizi". Un "valore aggiunto" l'ha definito Piero Tonelli, e che nei fatti, anche grazie allo staff (10 persone negli uffici, 60 in fabbrica) permette di "velocizzare i tempi di consegna". Anche Tonelli Spa sta investendo per crescere: ha difatti un imminente progetto di sviluppo.

 

SIT GROUP


Gli stati generale di SIT Group - il presidente Neni Rossini, la fondatrice Simona Michelotti e il General Manager Claudio Carattoni – hanno "impresso" la storia del gruppo e il settore merceologico, il packaging. "La sfida oggi è quella di creare un imballaggio con il minor impatto ambientale possibile". Per riuscirci, SIT ha scelto di puntare su impianti sofisticati a "zero impatto ambientale". Presentata la "torta" del fatturato – il 58% arriva dall'Italia, il 18% dalla Germania e il rimanente da altri Paesi tra cui il Regno Unito -, l'attenzione si è spostata sulla capacità di superare la crisi di 10 anni fa ("Abbiamo fatto scelte coraggiose che ci hanno premiato") e sul futuro. "Quest'anno - è stato spiegato – abbiamo concretizzato la terza acquisizione dopo quella di Padova e Pesaro, inserendo nel gruppo ACM, un'impresa di Cremosano (CR) specializzata nella stampa flessografica UV-led e nella stampa digitale e che ci permette di allargare la gamma. Acquisizione che ci ha dato una bella spinta: il fatturato 2019 sarà di circa 163 milioni di euro". "Il piano di sviluppo 2018-2020 prevede 60 milioni di euro di investimenti di cui ben 45 milioni a San Marino con la costruzione di un nuovo stabilimento produttivo e l'acquisto di nuovi macchinari di ultima generazione" ha spiegato Claudio Carattoni. SIT è già proiettata verso un orizzonte a lungo termine. Nei prossimi 1 0 anni l'obiettivo è quello di raddoppiare i numeri".