Superstrada, si accende il rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche
PDF Stampa
Giovedì 04 Luglio 2019

 

di Daniele Bartolucci

 

In funzione entro il 10 luglio il nuovo sistema di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche sulla superstrada Rimini-San Marino. In questi giorni, infatti, la ditta appaltatrice sta ultimando i lavori d'installazione del nuovo sistema di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche che entrerà in funzione all'intersezione della SS72 con via della Gazzella.

Un luogo da tempo sotto l'attenzione dell'amministrazione per essere stato teatro, anche in un recente passato, di pericolosi sinistri – sei gli incidenti con sei feriti solo nel 2017 - e che ora, anche grazie al confronto e all'apporto dei cittadini del quartiere, sarà dotato di un sistema di dissuasione efficace come quello di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche operante 24 ore su 24. I tecnici prevedono l'entrata in funzione vera e propria entro il prossimo 10 luglio, arricchendo così di una nuova postazione il sistema cittadino di controllo automatico dei semafori che porterà nelle prossime settimane a sette gli impianti operanti. Il sistema della Consolare con via della Gazzella, infatti, si affiancherà quelli che dalla seconda metà del 2017 il Comune di Rimini ha posizionato su alcuni degli incroci cittadini più trafficati regolati da impianto semaforico come su Viale Principe Amedeo/Via Matteucci/Via Perseo; su Via Caduti di Marzabotto/Via di Mezzo/Via Jano Planco, su Via Siracusa/Via Tommaseo e, dall'agosto scorso quello posizionato sull'impianto che regola la viabilità tra le vie Beltramini – Sacramora – Morri.

Si ricorda che l'attraversamento con il rosso è tra le infrazioni più gravi del codice della strada italiano, che prevede non solo con una sanzione amministrativa di 163 euro ma anche la decurtazione di 6 punti sulla patente destinati a diventare 12 qualora i conducenti abbiano conseguito la patente di guida da meno di tre anni.