San Marino, Autorità Garante: i compensi dei membri del Collegio
PDF Stampa
Venerdì 28 Giugno 2019

compensi autorità garante

 

di Alessandro Carli

 

Disciplinato, attraverso il Decreto Delegato numero 90 del 31 maggio 2019, il compenso spettante ai membri dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali (in applicazione dell'articolo 126, comma 2, della Legge 21 dicembre 2018 n. 171), nonché il diritto da corrispondere in caso di reclamo presentato all'Autorità, in applicazione dell'articolo 58, comma 2 della medesima Legge.

 

DETERMINAZIONE DEL COMPENSO

 

I membri del Collegio dell'Autorità Garante percepiscono un compenso fisso mensile e un gettone di presenza per la partecipazione ad ogni seduta. I compensi e i gettoni di presenza per i membri del Collegio dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali sono così determinati:

a) al Presidente del Collegio, al quale è attribuita la rappresentanza dell'Autorità e il potere di indirizzo e coordinamento, è riconosciuto un compenso fisso mensile pari ad euro 1.200,00, nonché un gettone di presenza pari ad euro 60,00 per ogni seduta del Collegio;

b) agli altri due membri del Collegio è riconosciuto un compenso fisso mensile pari ad euro 800,00, nonché un gettone di presenza pari ad euro 60,00 per ogni seduta del Collegio.

I compensi e i gettoni sono imputati nel Bilancio dello Stato, sul cap. 1- 10-4447 "Oneri e compensi Autorità Garante dei dati personali".

 

IMPOSTA DI BOLLO E DIRITTI DI SEGRETERIA

 

Nell'ipotesi di reclamo all'Autorità Garante per la protezione dei dati personali, all'istanza si applica l'imposta di bollo fissa nella misura ordinaria (di cui all'articolo 3 del DD 30 luglio 2015 n. 122) nonché un diritto di segreteria pari 50 euro. Nel caso in cui il reclamo sia manifestamente infondato o eccessivo, l'Autorità Garante per la protezione dei dati personali applica un ulteriore diritto di segreteria pari a 25 euro.

 

DISPOSIZIONE DI COORDINAMENTO

 

Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 32 della Legge 24 dicembre 2018 n. 173, l'Autorità Garante per la protezione dei dati personali ed il relativo Ufficio del Garante sono da considerarsi Unità Organizzativa Extra Dipartimentale. Pertanto, l'Ufficio del Garante afferisce alla Segreteria di Stato per gli Affari Interni per quanto attiene agli aspetti prettamente amministrativi.