Il WIPO al fianco delle imprese della Repubblica di San Marino
PDF Stampa
Lunedì 29 Aprile 2019

wipo seminario USBM1

 

di Daniele Bartolucci

 

Imprese, professionisti e artisti: oltre 40 i partecipanti al seminario organizzato da WIPO (l'Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) insieme all'Ufficio di Stato Brevetti e Marchi l'11 aprile al Grand Hotel San Marino. Un seminario che conferma, spiega il Direttore dell'USBM Silvia Rossi, "il grande interesse e la forte collaborazione del WIPO nel sostenere le specificità dei Piccoli Stati come San Marino".

 

DESIGN INDUSTRIALE E DIRITTO D'AUTORE


Tema dell'evento la presentazione dei servizi che WIPO può mettere a disposizione di imprese, consulenti, artisti e professionisti. Nello specifico, due le tematiche affrontate: l'Accordo dell'Aja in materia di registrazione internazionale di disegni e modelli e le convenzioni internazionali sul diritto d'autore (cui San Marino ha recentemente aderito), che prevede la protezione del design e riguarda l'aspetto esterno dei prodotti dell'industria o dell'artigianato, nei più svariati settori, ad esempio: strumenti tecnici, strumenti medici, cosmetici, orologi, gioielli, altri beni di lusso, mobili, accessori per la casa, accessori elettrici, giocattoli, automobili, moto, biciclette, accessori per auto, moto, biciclette, strutture architettoniche, moda, tessuti, articoli per lo sport, imballaggi esterni di qualsiasi prodotto, forme particolari di alimenti (ad esempio gelato a forma di fetta di anguria), studi grafici e pubblicitari. L'altro tema è stato invece quello riguardante gli accordi sul diritto d'autore: la Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche (1886) e la Convenzione di Roma relativa alla protezione degli artisti interpreti o esecutori dei produttori di fonogrammi e degli organismi di radiodiffusione (1961), cui San Marino non ha mai aderito. Il diritto d'Autore riguarda l'attività di autori ed esecutori. Fra gli autori si possono ricomprendere autori di letteratura, musica, arte, cinema, audiovisivi, radio, broadcasting, etc. La tutela del diritto d'autore è quindi importante per case editrici, giornali, giornalisti, case di produzione cinematografica e musicale, chi svolge attività legate a televisione e radio, per chi crea o produce applicazioni digitali.

 

SERVIZI E POSSIBILITÀ DI COOPERAZIONE

 

Ad aprire i lavori, l'intervento di saluto di del Segretario di Stato all'Industria Andrea Zafferani, che ha spiegato "l'importanza di marchi, brevetti e disegni della proprietà intellettuale per l'economia mondiale, e, ne siamo consapevoli, anche per quella del nostro Stato". Quindi Giovanni Napolitano, Vice Direttore del Dipartimento per la Transizione e i Paesi Sviluppati, dell'Agenzia ONU, ha illustrato i vari servizi offerti dal WIPO, coadiuvato da Hiroshi Okutomi, alto funzionario del WIPO nel settore degli affari legali. A chiudere il giro degli interventi, Paolo Lanteri, legale della Direzione WIPO che si occupa del copyright e delle imprese creative, che ha illustrato le convenzioni internazionali sul diritto d'autore. Convenzioni a cui San Marino non ha ancora aderito, aspetto su cui Lantieri ha fatto leva per spiegare anche la debolezza del sistema sammarinese per questo tipo di imprese e autori, stimolando le istituzioni presenti e offrendo la cooperazione del WIPO affiché San Marino si doti quanto prima di una normativa efficace e attraente.

 

AL VIA L'AGGIORNAMENTO DELLA NORMATIVA


Come commentato dal Segretario Zafferani, anche il Governo guarda con interesse ad un "riammodernamento" della normativa interna sul diritto d'autore, auspicio espresso dai relatori del seminario e condiviso anche dal Direttore Silvia Rossi. Molto più di un'idea, comunque, perché il Congresso di Stato ha deliberato proprio in questi giorni l'incarico al Direttore Silvia Rossi "ad elaborare un progetto di legge per l'adeguamento della legislazione sul diritto d'autore e la gestione dei rapporti di cooperazione con l'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale – WIPO in materia di Diritto d'autore", ma anche "a Regolamenti e Direttive UE che fanno parte dell'acquis communautaire, oggetto del futuro Accordo di associazione con l'Unione Europea", si legge nell'atto. Questo dopo aver "valutato che il potenziale di sviluppo del settore del diritto d'autore costituisce una valida opportunità di crescita e di internazionalizzazione per la Repubblica di San Marino" e preso atto che il WIPO, "ha manifestato la propria disponibilità ad assistere San Marino nella predisposizione di una normativa in materia di diritto d'autore che recepisca le convenzioni WIPO e gli atti europei ad essa afferenti". Il Congresso ha quindi espresso "l'indirizzo a che con la revisione della legislazione, la competenza in materia di diritto d'autore venga attribuita all'UO Ufficio di Stato Brevetti e Marchi con la conseguente revisione delle funzioni e della adeguata dotazione di risorse umane".