Il 2019, dodici mesi di grandi ricorrenze storiche e tecnologiche
PDF Stampa
Martedì 02 Aprile 2019

Berlino 1989

 

di Alessandro Carli

 

Il 2019 non sarà solo l'anniversario (mezzo millennio) della morte di Leonardo da Vinci (al quale San Marino Fixing ha dedicato lo "Speciale cultura" di febbraio) ma anche quello della "Grande Crisi" del 1929, dello sbarco dell'uomo sulla Luna (50) e del crollo del Muro di Berlino (30). Ripercorriamo quindi le ricorrenze più importanti, un "viaggio" che abbraccia creatività, crisi finanziarie, politica, società e costume.

Partiamo dalla capitale della Germania con un aneddoto. È cosa nota che il leader della DDR Erich Honecker si dimise il 18 ottobre e venne sostituito pochi giorni dopo da Egon Krenz. Honecker aveva predetto nel gennaio dello stesso anno che l'esistenza del muro sarebbe stata assicurata per altri cent'anni. Era invece l'inizio della fine. Il nuovo governo di Krenz decise di concedere ai cittadini dell'Est permessi per viaggiare nella Germania dell'Ovest. Gunter Schabowski, il ministro della Propaganda della DDR, ebbe il compito di dare la notizia. Però si trovava in vacanza prima che venisse presa questa decisione e non venne a conoscenza dei dettagli delle nuove "regole di viaggio". Non tutti sanno invece che il 9 novembre 1989, durante una conferenza stampa convocata per le 18, fu recapitata a Schabowski la notizia che il Politburo della SED aveva deciso che tutti i berlinesi dell'Est avrebbero potuto attraversare il confine con un appropriato permesso, ma non gli furono date informazioni su come trasmettere la notizia. Dato che era stato preso poche ore prima della conferenza, il provvedimento sarebbe dovuto entrare in vigore nei giorni successivi, dando così il tempo di dare la notizia alle guardie di confine e regolamentare la procedura di concessione dei permessi. Alle 18,53 il corrispondente ANSA da Berlino Est, Riccardo Ehrman, chiese da quando le nuove "Reiseregelungen" ("Regole di viaggio") sarebbero entrate in vigore. Schabowski cercò inutilmente una risposta nella velina del Politburo, ma, non avendo un'idea precisa, azzardò: "Per accontentare i nostri alleati, è stata presa la decisione di aprire i posti di blocco. (...) Se sono stato informato correttamente quest'ordine diventa efficace immediatamente".

 

LE ALTRE RICORRENZE


Andiamo a ripescare qualche notizia dal web, non dopo aver ricordato i "festeggiamenti" già festeggiati, come ad esempio la nascita dell'Euro (1 gennaio 1999), l'arrivo sulle scene discografiche dei Led Zeppelin (12 gennaio 1969), l'ultimo concerto dei Beatles sul tetto della Apple Records, al numero 3 di Savile Raw di Londra (30 gennaio 1969), la scomparsa (il 7 marzo 1999) del regista Stanley Kubrick ("2001: Odissea nello spazio", "Arancia meccanica" e "Shining") e la "nascita" - il 9 marzo del 1959 – della Barbie, costume zebrato, occhiali da sole e capelli raccolti a coda.

Il 4 maggio 1979, nel Regno Unito, Margaret Thatcher viene nominata primo ministro. È la prima donna a guidare il governo della Gran Bretagna. Il 8 giugno 1969, da un'idea di Elisa Penna, sul numero 706 di Topolino, debutta il personaggio di "Paperinik".

Il 20 giugno 1979, in Italia, Nilde Iotti è nominata presidente della Camera dei deputati. Per la prima volta una donna ricopre tale carica.

Il 25 giugno 2009 muore "the king of pop", nella sua casa di Los Angeles (Neverland Ranch), Michael Jackson si spegne dopo una crisi respiratoria dopo causata da alcuni farmaci somministratigli dal suo medico.

Il 1 luglio 1979 la Sony vende il primo Walkman, lettore portatile di musicassette.

Il 14 luglio 1969 esce nei cinema americani "Easy Rider". Film diretto da Dennis Hopper che narra un viaggio attraverso l'America di due motociclisti. Lo stesso Hopper e Peter Fonda. Nel cast anche Jack Nicholson.

Il 15 luglio 1989 a Venezia si esibiscono su una chiatta allestita nel bacino di San Marco i Pink Floyd. La città fu invasa da migliaia di fan e ci furono grandi polemiche nei giorni successive per come fu gestito l'evento.

Dal 15 al 18 agosto 1969 a Bethel si tenne il più grande evento musicale della storia, il Festival di Woodstock. Sul palco si alternano i più grandi artisti dell'epoca: Joaz Baez, Creedence Clearwater Revival, gli Who, i Santana, i Jefferson Airplane, Janis Joplin, Joe Cocker, i Crosby, Stills, Nash & Young e Jimi Hendrix e tanti altri ancora.