La produzione industriale cala anche sul Titano
PDF Stampa
Venerdì 05 Giugno 2009

Cala la produzione industriale a San Marino. I dati diffusi dall’Ufficio Programmazione Economica fanno riferimento alla nuova classificazione delle attività economiche e al primo quadrimestre 2009: la variazione tendenziale, a confronto dello stesso periodo del 2008, è del – 2,08%. I segni negativi più rilevanti, secondo le anticipazioni di San Marino RTV, hanno interessato la fabbricazione di prodotti della lavorazione di minerali (-58,43%), la fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, anch’essa scesa di oltre la metà (-54,23%), così come la fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici (-33,63%). Registra un calo anche l’industria del legno esclusi i mobili (-27,85%), e la lavorazione di prodotti in metallo esclusi macchine e impianti (-23,31%). In questi mesi di crisi ci sono settori in controtendenza: le migliori performances si sono registrate nella fabbricazione di mobili e altre industrie manifatturiere (+48,85%) e nella fabbricazione di macchine e apparecchi elettrici n.c.a. (+40,51%). Anche in Italia nei giorni e nelle settimane scorse i dati non sono stati certamente incoraggianti in previsione di una uscita dalla crisi. I prezzi alla produzione dell’industria italiana ad aprile sono diminuiti dello 0,4% rispetto a marzo e del 4,6% rispetto ad aprile 2008. Il più significativo da quando esiste l’attuale base statistica 2005. I prezzi sono scesi sia sul mercato interno che su quello estero, sottolinea l’Istat. I prodotti venduti sul mercato interno hanno registrato un -0,5% mensile e -5,3% annuale. Quelli venduti sul mercato estero sono calati invece dello 0,2% rispetto a marzo e del 2,6% su aprile 2008. Il fatturato dell’industria italiana a marzo è diminuito dello 0,8% rispetto a febbraio e del 22,6% rispetto a marzo 2008, in base all’indice corretto per gli effetti di calendario (22 giorni lavorativi contro i 20 dello scorso anno). Lo ha comunicato l’Istat precisando che l’indice grezzo del fatturato ha registrato un calo tendenziale del 17,5%. Gli ordinativi dell’industria italiana a marzo hanno registrato un calo del 26% rispetto a marzo 2008 e del 2,7% rispetto a febbraio 2009. Il fatturato dell’industria degli autoveicoli a marzo è diminuito del 27,9% rispetto a marzo 2008, mentre gli ordinativi sono calati del 19%.