San Marino, lavoratori in aumento. E vola il manifatturiero
PDF Stampa
Giovedì 17 Gennaio 2019

operai-fabbrica

 

di Alessandro Carli

 

In attesa dei numeri definitivi di fine anno, l'Ufficio di Statistica ha aggiornato al 30 novembre 2018 i "numeri" economici della Repubblica di San Marino. Il totale delle imprese si è confermato sopra le 5 mila unità con il manifatturiero che è ulteriormente cresciuto toccando le 530 imprese (erano 527 il 31 ottobre 2018) e dando lavoro a 6.237 dipendenti (+35 rispetto a un mese prima). Complessivamente la forza lavoro è stata vista in rialzo: 22.611 persone quando al 31 ottobre erano 22.582. Nello specifico sono aumentati i dipendenti (da 19.455 a 19.494) mentre gli indipendenti (circa 1.750) e i disoccupati (poco più di 1.350) sono rimasti invariati. Nel privato operano 15.739, erano 15.716 il mese prima. Anche a novembre, come da luglio in poi, i frontalieri sono risultati essere sopra quota 5.900.

 

STATALI IN AUMENTO


Anche a novembre il refrain non è cambiato: gli statali sono cresciuti. I 3.683 dipendenti del settore pubblico allargato di settembre sono diventati 3.739 a ottobre e 3.755 alla fine dell'undicesimo mese del 2018. Aumenti che si sono registrati nella Pubblica amministrazione (da 2.143 di ottobre a 2.154 di novembre) e nell'Istituto per la Sicurezza Sociale (da 1.051 a 1.057) mentre negli altri enti l'organico è rimasto più o meno invariato.

 

TURISMO A DUE VELOCITÀ


La prova del nove verrà data dai numeri di chiusura del "Natale delle Meraviglie". Nel frattempo l'UPECEDS rimarca che a novembre 2018 l'afflusso turistico è stato di 71.550 persone complessive, circa 2 mila in meno rispetto ai dati del 2017. Il dato che salta agli occhi è che mentre si è contratto il numero di auto e di persone in auto che hanno deciso di visitare il Monte Titano, è cresciuto quello dei pullman e corriere (263 contro 247 dell'anno prima) e dei visitatori trasportati, 11.835 contro 11.115 del mese di novembre 2017.