Credito d’imposta pari al 20% delle spese per fiere e missioni all’estero
PDF Stampa
Giovedì 17 Gennaio 2019

 

di Daniele Bartolucci

 

Pubblicato il Regolamento 28 dicembre 2018 n. 9, conseguente all'articolo 16 della Legge 29 settembre 2017 n. 115 in materia di incentivi per iniziative di internazionalizzazione. Dopo oltre un anno dalla Legge Sviluppo, diventa quindi operativa questa nuova forma di incentivazione e agevolazione ai processi di internazionalizzazione delle imprese sammarinesi.

Il vantaggio Si tratta di un credito d'imposta IGR pari al 20% delle spese ammissibili sostenute da parte degli operatori economici sammarinesi (organizzati sotto forma di impresa) per la partecipazione ad iniziative imprenditoriali, missioni, partecipazione a fiere ed altre iniziative di ricerca di nuovi mercati. Oltre alla soglia del 20% delle spese ammissibili presentate prevista dalla norma menzionata, il Regolamento impone quale ulteriore limite all'importo del credito d'imposta concedibile il tetto massimo di 25.000 euro annui di agevolazione. Il credito di imposta dovrà poi essere utilizzato entro due anni successivi a quello della data di concessione dell'agevolazione.

I "nuovi mercati" Premesso che potranno essere presentate spese per la partecipazione fino ad un massimo di 6 iniziative per anno, quelle oggetto di incentivo qualora relative alla ricerca di nuovi mercati vanno dalla partecipazione ad eventi espositivi ufficiali alle attività promozionali e di comunicazione nei nuovi mercati. Ed è proprio sulla definizione di "nuovi mercati" che il Regolamento pone dei limiti importanti, specificando che si deve trattare di una Nazione o di un settore di mercato nei quali l'impresa richiedente i benefici non abbia fatturato una cifra annuale superiore a 10.000 euro o comunque superiore all'1,5% del fatturato complessivo dell'impresa registrato nell'anno precedente a quello dell'evento.

Come fare richiesta Il Regolamento prevede che la domanda di agevolazione, da presentarsi entro e non oltre 12 mesi dalla data di avvio delle iniziative per le quali è richiesta, debba essere avanzata alla Divisione Camera di Commercio dell'Agenzia per lo Sviluppo Economico – Camera di Commercio attraverso l'apposito portale. Sul medesimo portale sarà pubblicata la relativa modulistica per effettuare la domanda, la quale dovrà essere corredata di: bilanci, dichiarazioni dei redditi, documenti contabili e amministrativi relativi ad almeno un esercizio completo; documentazione attestante l'assenza di debiti nei confronti dell'Ufficio Tributario e debiti per i contributi nei confronti dei dipendenti (salvo che non siano oggetto di contenzioso o siano inseriti in un accordo per il pagamento rateale teso all'estinzione dello stesso); documentazione relativa all'iniziativa per la quale si richiede la concessione di agevolazione dimostrante che la stessa sia finalizzata alla ricerca di nuovi mercati, fornendo dettagliate informazioni tese ad illustrare la tipologia e le particolarità dell'iniziativa stessa. L'organo deputato ad esaminare la domanda e a stabilire l'eventuale accesso ai benefici è il Comitato Tecnico Valutatore, il quale provvederà entro 15 giorni lavorativi dall'arrivo della domanda stessa.