San Marino, un fior fiore d’artista nella “casa” dei VIP
PDF Stampa
Venerdì 30 Novembre 2018

Verbena palco

 

di Alessandro Carli

 

I colori e la maestria della Repubblica di San Marino hanno impreziosito la casa più vista e spiata d'Italia. Nella puntata di sabato 17 novembre difatti la flower designer Mara Verbena è entrata nella struttura che ospita la terza edizione del "Grande Fratello VIP" a Roma.

 

Dopo Sanremo, un reality. Com'è nato questo progetto?

 

"In estate io e la scenografa del 'Grande Fratello' ci siamo sentite. Successivamente ho fatto una chiacchierata con gli autori del programma e mi è stato proposto di allestire una tavola con i assieme agli 11 concorrenti. Una decorazione floreale destinata a rendere bella ed elegante la loro cena del sabato sera. Un gesto forse in parte dimenticato, ma che sa dare quel tocco in più, specialmente in occasioni importanti. Ho proposto alcune tipologie floreali italiane, quasi a voler collegare e unire il mondo di vivai, serre e coltivazioni che impreziosiscono il Paese. Le fronde verdi e i ranucoli sono arrivati dalla Liguria, da Sanremo, la 'Riviera dei fiori'. Per le rose e le ortensie invece mi sono 'fermata' in Toscana, a Pescia e a Viareggio. I garofani e le orchidee sono partenopee, pugliesi, più precisamente di Lecce, le violaciocche e le sterlizie. Abbiamo iniziato con il coprire le sfere con le ortensie, poi le sterlizie e le rose per dare un tocco di colore. Ho spiegato poi qualcosa sul linguaggio dei fiori. 'Quello che possono i fiori, poche altre cose lo possono fare, ricordatevelo sempre' ho aggiunto".

 

Come hanno reagito? Si sono dimostrati all'altezza del compito? Insomma, non ci si improvvisa flower designer...

 

"Sono stati tutti molto bravi, lo devo ammettere. Li ho seguiti come 'tutor', e hanno addobbato la tavola in maniera impeccabile. Tra le persone che hanno un piccolo 'quid' in più, Walter Nudo, lo chef Andrea e Silvia Provvedi (una delle due de 'Le Donatella', ndr). Per circa un'ora e mezza hanno realizzato le composizioni, giocando e divertendosi".

 

Mara Verbena è entrata nella casa assieme a una sua creazione...


"Nella 'mistery room', in accordo con gli autori del programma, ho portato 'Fior d'acqua' (l'espositore refrigerato con il ricircolo continuo dell'acqua, che prolunga la vita dei fiori evitando lo stress termico tipico delle celle frigorifere, ndr), anche per velocizzare l'entrata dei fiori. Alla sera hanno cenato assieme alle creazioni".

 

Com'è la casa del "Grande Fratello" vista da dentro? Quello che arriva dalla televisione talvolta è "filtrato"...

 

"Attorno alla trasmissione c'è grande curiosità. Da fuori si ha un'idea sbagliata, superficiale. Quando ti trovi dentro – preciso, la mia permanenza si è limitata a meno di due ore – capisci che è la situazione è molto più profonda: vivono senza orologio e senza poter avere notizie di quello che succede nel mondo. A questo vanno aggiunti tutti i problemi di una convivenza 'forzata' in cui emergono i caratteri delle persone. Dal punto di vista psicologico non è semplice".

 

I fiori, in qualche modo, ingentiliscono non solamente l'ambiente ma anche le persone.


"Certamente, ma credo ci sia di più. Gli spettatori che seguono in televisione il 'Grande Fratello VIP' sono moltissimi, circa 6 milioni. Sabato scorso circa 6 milioni di persone hanno visto i VIP ma anche i fiori. Una platea importante che ha avuto l'opportunità di conoscere questo mondo un po' meglio, e soprattutto le sue potenzialità decorative".

 

Il Festival di Sanremo. Qualche novità?


"Anche per l'edizione 2019 farò parte dello staff addetto alle decorazioni floreali".