San Marino, RallyLegend: le grandi star delle “derapate”
PDF Stampa
Venerdì 12 Ottobre 2018

RALLYHEADER

 

Mikko Hirvonen e Craig Breen in gara, Kris Meeke tra le Legend Stars, Miki Biasion, Juha Kankkunen, Markku Alen, Andrea Aghini, Franco Cunico, Riccardo Patrese ed Emanuele Pirro nella Martini Racing Celebration sono grandi campioni che rappresentano la irresistibile attrattiva di Rallylegend, in programma a San Marino sino a domenica 14 ottobre. Ma nel corposo e prestigioso elenco iscritti dell'evento sammarinese – 150 macchine da sogno e altrettanti, appassionati equipaggi di tutta Europa e anche da altri Continenti – sono tanti i piloti e i navigatori che vantano palmares prestigiosi per i quali Rallylegend è l'appuntamento per tornare a stringere il volante, per divertirsi e far divertire.

 

"HISTORIC", LE VERE REGINE


Sono le regine di Rallylegend, le vetture storiche. Spiccano le più "anziane", la Steyr Puch dell'austriaco Moessler e la Ford Lotus Cortina di Nothdurfter, entrambe del 1965. Come la Renault 4GTL, con cui il portoghese Pinto Dos Santos ha frequentato il Mondiale Rally anni fa. I sammarinesi Davide Cesarini (Ford Escort Rs) e Stefano Rosati (Talbot Lotus) sono tra i favoriti per la vittoria. Da ammirare anche la Lancia 037 di Claudio Covini, la Audi Quattro del lettone Ivars Velme, protagonista di vertice assoluto nei rally storici del suo Paese, e le Fiat 124 Abarth di Bazzocchi e Bertelli, le insolite Lada e le sempre affascinanti Ford Escort RS.

 

IL DUELLO "MYTH"


A Rallylegend torna la sfida tra l'uruguaiano Gustavo Trelles (Toyota Celica St 205), più volte campione del mondo, e il modenese Piergiorgio Bedini, che in realtà le soddisfazioni più grandi se le è tolte nel Campionato Europeo e in Italia. Anche lui su Toyota Celica, avrà a fianco Faustino Mucci. Trelles e Bedini, in realtà, si sono incrociati raramente sulle speciali mondiali, ma entrambi le hanno frequentate con diverse fortune. Tra i pretendenti alla vittoria a Rallylegend, sicuramente da tenere d'occhio Salvatore Riolo (Subaru Legacy), più volte vincitore a San Marino, Marcello Colombini, pilota locale sempre protagonista di vertice con la BMW M3, Simone Romagna (Lancia Delta 16V), qui vincitore di categoria lo scorso anno. Ci sarà Marco De Marco (Subaru Legacy), al via di tutte le edizioni di Rallylegend, e immancabile anche Flaviano Polato, con la piccola e grintosa Fiat 126.

 

I BIG DEL "WRC-KIT CAR"

 

Con Mikko Hirvonen e Craig Breen al via, la categoria "World Rally Car-Kit Car" catturerà molta attenzione. Anche perché, tra i piloti nostrani, Luca Pedersoli (Citroen C4 WRC) e "Dedo" De Domicis (Subaru Impreza WRC) cercheranno di inserirsi nella lotta al vertice tra questi "big". Sono più di una quindicina le WRC al via, e si va dalle prime Peugeot 206 WRC e Toyota Corolla di fine anni novanta, fino alle Ford Focus Wrc e Citroen C4 del 2008. Spiccano i nomi del danese Kristian Poulsen (Toyota Corolla WRC), che vanta ottimi risultati nel campionato tedesco dal 2004 al 2006, del ceco Jiri Jirovec (Toyota Corolla WRC), pilota di lungo corso, protagonista nelle gare nazionali del suo Paese e che adesso raccoglie risultati di valore nelle gare storiche europee, di Enrico Tortone (Ford Focus WRC), che vanta buoni risultati in gare evento aperte alle WRC, e del belga Philippe Olczyk (Peugeot 206 WRC), grande affezionato di Rallylegend.