Auto elettriche: lo Stato accende le sue colonnine
PDF Stampa
Lunedì 16 Luglio 2018

mappa colonnine elettriche

 

di Daniele Bartolucci

 

Mobilità elettrica, finalmente le colonnine di ricarica pubbliche sono una realtà. In questi giorni, infatti, le ditte incaricate da AASS stanno ultimando l'installazione dei punti di ricarica (44 in totale a regime, per 22 postazioni sparse nel territorio) e a breve dovrebbe essere presentato il progetto complessivo ideato dall'Azienda dei Servizi insieme alla Segreteria di Stato alla Cultura, che ha la delega all'Innovazione.

Un progetto che punta a cambiare volto alla mobilità di San Marino, anche in chiave turistica, visto che sempre più "viaggiatori" scelgono auto e mezzi elettrici per spostarsi in Italia e in Europa.

Avere un'offerta di punti di ricarica pubblica e gratuita (almeno fino al 31 dicembre 2018, visto che l'Autorità per l'Energia non ha ancora formalizzato una proposta per la tariffa ad hoc), diventa un ottimo biglietto da visita.

Come e più di quello che è già stato per le due postazioni di ricarica (una dedicata a veicoli Tesla) posizionate nel parcheggio 7 di Città ormai due anni fa, che d'estate soprattutto è un punto d'arrivo per gli stranieri.

Ma il progetto non riguarda solo la promozione all'estero (su cui pare ci sarà un grande piano di comunicazione a tutti i livelli), bensì anche i cittadini e le imprese sammarinesi: il Decreto con cui sono stati disposti gli incentivi fiscali (abbattimento della monofase, soprattutto) per chi acquista auto elettriche (o anche a idrogeno, in prospettiva) è già stato emanato da diversi mesi e probabilmente gli effetti si vedranno in maniera sostanziale quando verranno attivate tutte le postazioni pubbliche.

Inoltre, già diversi enti stanno investendo in auto elettriche per sostituire i propri parchi mezzi: solo le Poste Spa ne hanno in dotazione 10 più 2 scooter elettrici.

L'Università ne ha già una e anche la stessa AASS ne sta acquisendo un'altra. Inoltre anche a livello imprenditoriale il mercato è in crescita, con diverse aziende che hanno scelto l'elettrico e l'ibrido per le nuove auto aziendali. Prova ne è che il numero di auto a impatto zero immatricolate nella Repubblica di San Marino, triplicato in pochi anni e il trend è ovviamente in crescita.

L'ultima novità, infine, riguarda le e-bike: anche per queste verrà predisposto un parcheggio con ricarica.

 

FIERA "INTERSOLAR" DI MONACO, GASPERONI (ENERLIGHT)


Fotovoltaico, tecnologie solari termiche, accumulo, impianti solari, ma anche la nuova infrastruttura della rete e soprattutto tutte le soluzioni per l'integrazione delle energie rinnovabili. Questo e tanto altro in mostra a Intersolar, la fiera più importante del settore a livello europeo, svoltasi a Monaco a fine giugno. "E' un'occasione importante per conoscere tutte le novità, ma anche la direzione che sta prendendo il nostro settore", spiega Manuel Gasperoni, titolare di Enerlight Srl, azienda specializzata nelle fonti rinnovabili. "A tal proposito è interessante notare come anche i player americani, dei veri e propri colossi, si siano presentati in questo contesto non più come osservatori o fornitori", spiega Gasperoni: "E' evidente che considerano questo mercato molto interessante e potenzialmente in crescita". Il riferimento va ovviamente a Tesla (Enerlight Srl è installatore certificato del Powerwall2, lo storage di energia dell'azienda creata da Elon Musk), ma anche a Fronius e SolarEdge, "tutte aziende con cui lavoriamo a San Marino e anche in Italia", spiega il titolare di Enerlight Srl, "che sono un punto di riferimento per il settore, sviluppando le tecnologie più all'avanguardia nell'industria solare. Un settore che sta crescendo molto anche nella nostra piccola Repubblica e che rappresenta un importante e vantaggioso investimento sia per i privati che per le aziende, in particolare quelle energivore". Motivo per cui occorre restare sempre al passo con la ricerca, "che sta facendo passi da gigante in questo caso", avverte Gasperoni, "con l'obiettivo di raggiungere un'efficienza sempre maggiore, che si traduce in maggiori quantità di energia prodotta e quindi risparmi, ma anche nuovi e potenzialmente infiniti utilizzi di questa energia, dalla normale rete domestica o industriale, fino alla mobilità elettrica". A Monaco, ad esempio, sono state illustrate le soluzioni tecnologiche innovative nel campo degli inverter, con ampio spazio su digitalizzazione, impiego intelligente dell'energia negli edifici e nell'industria e ottimizzazione dei costi di installazione.