San Marino, strade ecosostenibili ma più “manutenute”
PDF Stampa
Venerdì 16 Febbraio 2018

Laura Belmonte

 

di Daniele Bartolucci

 

Favorire l'applicazione di tecniche ecosostenibili nel campo della manutenzione stradale e proseguire il percorso che ha portato, nel 2017, alle prime due tesi di laurea nate dalla collaborazione fra l'Università degli Studi della Repubblica di San Marino e l'Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici (AASLP). Questi alcuni dei risultati attesi con il nuovo protocollo d'intesa che lega l'Ateneo sammarinese e l'Azienda di Stato, che è stato implementato rispetto all'accordo precedente alla luce degli obiettivi raggiunti finora.

Un percorso che "ha consentito all'AASLP di avviare un processo di razionalizzazione dei processi decisionali di carattere tecnico ed economico relativi alle priorità e alle metodologie di intervento conseguendo un importante innalzamento del proprio standard" in tema "di costruzione e manutenzione delle pavimentazioni stradali", si legge nel documento illustrato nei giorni scorsi nella sede dell'Azienda stessa da rappresentanti del mondo istituzionale e accademico. Tra loro anche il Segretario di Stato al Territorio, Augusto Michelotti, il Segretario di Stato per l'Istruzione e la Cultura, Marco Podeschi, il direttore dell'AASS, Emanuele Valli, il presidente e il direttore dell'AASLP, Federico Bartoletti e Matteo Casali, il Rettore e il direttore generale dell'Ateneo, Corrado Petrocelli e Isabella Bizzocchi.

Valutando quanto fatto finora, il documento sottolinea inoltre l'avvio "di un sistema di monitoraggio continuo dello stato di conservazione delle pavimentazioni stradali del territorio tramite una procedura codificata, e oggi fruibile, implementata in collaborazione col Sistema Informativo Territoriale", oltre che "l'adozione di nuovi strumenti contrattuali da porre alla base delle gare d'appalto e l'avvio di un sistematico confronto con gli operatori del settore".

Fra le finalità incluse nel protocollo appare anche il consolidamento del "metodo definito nell'ambito del precedente accordo per una più razionale programmazione degli interventi di manutenzione stradale, al fine di proporre scenari tecnico economici di intervento entro i quali operare le scelte di spesa". Massima attenzione, quindi, sia alle scelte tecniche che alle finanze, per il nuovo capitolo di una partnership che soddisfa entrambe le parti. E che potrebbe avere un suo rilancio nei prossimi mesi, anche in vista di un rinnovato interesse a metter mano alla viabilità sammarinese, dimostrato anche nelle linee date allo studio Boeri per il nuovo PRG. Durante l'incontro è stato infine inaugurato un nuovo ufficio, collocato nella sede dell'Aaslp, riservato ai docenti del corso di laurea in Ingegneria Civile dell'Ateneo sammarinese, che contribuiscono alle fasi operative legate al protocollo, e agli studenti che concentreranno le loro tesi di laurea sulle attività incluse nella partnership.