XII Ecorally: sul podio il rispetto per l’ambiente
PDF Stampa
Martedì 26 Settembre 2017

ecorally1

 

di Daniele Bartolucci

 

Si sono conclusi domenica 17 settembre a San Marino con la cerimonia di premiazione il 12esimo Ecorally San Marino, il primo E-Rally e il nono Ecorally Press, competizioni di regolarità su strada dedicate ai mezzi a basso impatto ambientale, che in Italia rappresentano l'8,58% del circolante autovetture: 2.211.368 (5,84%) a doppia alimentazione benzina – GPL, 911.246 (2,41) a doppia alimentazione benzina – Metano, 117.433 (0,31%) ibride benzina, 5.743 (0,02%) elettriche e infine 3.332 (0,01%) ibride gasolio. In crescita, rispetto al 2016, quando su un circolante autovetture di 37.351.233 di unità, le alternative valevano l'8,33%.

 

LA GARA: DA SAN MARINO AD AREZZO E RITORNO


Le 30 auto in gara - tutte a basso impatto ambientale come da specifico regolamento - nel 12esimo Ecorally svoltosi il 16 e 17 settembre, dopo le verifiche tecniche della prima mattina del sabato, sono partite a un minuto di distanza l'una dall'altra alle 10.31 dal Multieventi Sport Domus di San Marino, hanno attraversato il Parco naturale di Montecchio, Talamello, Sant'Agata Feltria, Badia Tedalda e Pieve S. Stefano, con sosta a Sansepolcro per la ricarica dei veicoli elettrici.

Gli equipaggi hanno poi proseguito per Santa Fiora e Tavernelle con arrivo alle 19.12 in Piazza Grande ad Arezzo, dove i mezzi sono rimasti parcheggiati in parco chiuso durante la notte.

La domenica mattina alle 7.31 è avvenuta quindi la partenza del primo equipaggio da Arezzo per il percorso di ritorno, che ha toccato Palazzo del Pero e Badia Ficarolo per sostare ancora a Sansepolcro per un'ennesima ricarica dei veicoli elettrici, poi il Valico di Viamaggio, Perticara, Montetiffi e Ponte Uso per rientrare nella Repubblica del Titano e tagliare il traguardo finale alle 13.22 (primo equipaggio) a San Marino, al Multieventi Sport Domus, punto scelto per l'arrivo di questa edizione 2017. I veicoli, pur con le caratteristiche suddetto, sono tutti di uso comune, a dimostrazione del fatto che è già possibile muoversi ogni giorno inquinando pochissimo, hanno raggiunto la Repubblica del Titano dopo avere percorso 314 chilometri a basso impatto ambientale, suddivisi in 4 tappe e 15 settori di gara, con 8 prove segrete a velocità media imposta rilevate con fotocellula, 3 riordini – a Sansepolcro e Arezzo - e 24 pressostati di rilevamento del tempo.

 

CLASSIFICHE E PREMIAZIONI

 

Per il 12° Ecorally, primi classificati Nicola Ventura e Guido Guerrini, Ecomotori Racing Team, su Nissan Leaf, secondi classificati Walter Fuzzy Kofler e Franco Gaioni su Tesla Model 90D, Autotest Motorsport, terzi Massimo Liverani e Fulvio Ciervo, Montecarlo Engineering Racing Team, scuderia Unione Gas Auto My En su Alfa Romeo Giulietta a GPL.

La classifica è valida anche per il Campionato Italiano ACI Sport 2017 di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili. Le categorie di veicoli coinvolte: IIIA, VII e VIII, ovvero elettrici, ibridi elettrici e altri veicoli ad energie alternative, quali mono e bifuel gassosi (GPL e metano), biocarburanti.

Nella classifica Coppa FIA internazionale E-Rally di Regolarità riservato ai veicoli elettrici (EV), Plug Ibridi (PHEV), elettrici ad autonomia estesa (EREV) e Fuel Cell (FCEV)., invece, c'è un ex aequo: primi a pari merito Walter Fuzzy Kofler / Franco Gaioni su Tesla Model 90D, Autotest Motorsport e Nicola Ventura / Guido Guerrini, Ecomotori Racing Team, su Nissan Leaf. Terzi Kadin Dedikov e Pavlov Georgi, Vivi Altotevere Eco Team su Renault Zoe R90.

Il 9° Ecorally Press si è invece svolto in collaborazione con Consorzio Ecogas e Assogasliquidi/Federchimica, partner tecnici Energas, My En e Zetagas. Una competizione nella quale potevano gareggiare gli equipaggi composti da giornalisti, vede sul podio più alto per il secondo anno consecutivo Paolo Benevolo e Fabrizio Giamminuti, Aci Onda Verde, su Toyota C-HR, secondi Omar Frigerio e Renato Gaggio, in gara per Ecomotori.net, su Nissan Leaf, terzi Mario Montanucci Pignatelli e Annalisa Zortea, Protecta – Ecoedizioni Internazionali, su Toyota FJ Cruiser Bio Drive a metano.

Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto ed Ecomobile, è andato invece al giornalista Luigi Massari e a Conti Editore, storica realtà giornalistica del mondo dell'automobilismo e dei motori.

 

I PARTNER DELL'EVENTO: TANTI GLI ITALIANI


L'Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive e dell'Automobile Club di Arezzo, il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino. Numerosi i partner tecnici - fra i quali Aboca di Sansepolcro, BRC Gas Equipment di Cuneo, Banca Cis di San Marino, Zannoni Carburanti di Forlì, Puntogas e Slime di Albano Laziale, PowerJet di Bari e Oxigas di Forlì, oltre a MG12 Network - che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, ausili di guida, location e strutture. La gestione tecnico-regolamentare è a cura della F.A.M.S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) e A.C.I. Arezzo, tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F.S.Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).