I “Talenti dei Castelli”, Eccellenze a confronto
PDF Stampa
Mercoledì 13 Settembre 2017

BSM FAUSTO MULARONI

 

di Alessandro Carli

 

Il battage è già iniziato da tempo: cartelloni pubblicitari e social media ricordano che la macchina organizzativa della terza edizione dei "Talenti dei Castelli" – il concorso per artisti sammarinesi voluto da Banca di San Marino e nato con l'intenzione di valorizzare, promuovere e sostenere l'arte di qualunque tipologia, nonché la storia, la cultura e le attività della Repubblica - ha già acceso i motori e si sta avvicinando alla grigia di partenza. Il 15 settembre difatti scadranno i termini per le iscrizioni e già si pensa alla finalissima del 24 dicembre: dopo "Irol" (al secolo Lorenzo Salvatori) e Lucia Castiglioni (nella foto in alto assieme agli altri concorrenti dell'edizione 2016, ndr), chi sarà il nuovo vincitore? In attesa dei nomi dei "pretendenti alla corona", il Presidente di Banca di San Marino Fausto Mularoni entra nelle pieghe del nuovo "certamen" per illustrare le novità di quest'anno e le proprie, umanissime emozioni.

 

Presidente, facciamo un salto all'indietro: vigilia di Natale 2016, finale della seconda edizione dei "Talenti dei Castelli". Cosa vi ha lasciato?


"Sicuramente la gioia e la meraviglia di aver trovato un gruppo di ragazzi molto affiatati tra di loro, mossi da una sana competizione, che hanno fatto del concorso e della gara un motivo per condividere insieme momenti e per stringere nuove amicizie".

 

Da dove ripartite?


"Ripartiamo dai risultati ottenuti lo scorso anno e ci auguriamo di mantenere e, anzi, ambiziosamente di superare i numeri raggiunti nell'edizione del 2016. Come detto durante la conferenza stampa di gennaio, organizzata per presentare il talento vincitore, Lucia Castiglioni, i numeri raggiunti nella seconda edizione sono stati pari a 2 milioni di visualizzazioni nel canale social. Un numero che mai avremmo immaginato di raggiungere".

 

Nel tempo si cerca sempre di migliorare. Quali le novità per la prossima edizione?


"Quest'anno abbiamo una grande novità rispetto alle ultime due edizioni. Per la prima volta i concorrenti potranno iscriversi al talent senza indicare il Castello di appartenenza. Pensiamo che questa nuova scelta, presa anche in accordo con San Marino RTV, permetta a tutti i talenti di esprimersi al loro meglio e con eque possibilità. In questo modo i nove talenti migliori accederanno alla serata finale. Gli artisti saranno poi assegnati ai Castelli di appartenenza solamente nella seconda parte della gara. Una 'tappa' che verrà illustrata durante la conferenza stampa di presentazione che si terrà a Villa Manzoni".

 

Torniamo ai "Talenti dei Castelli": con questo 'concorso', Banca di San Marino guarda anche ai giovani. Cosa rappresentano per voi?


"Come sosteniamo da sempre, i giovani sono per noi il futuro, una risorsa importantissima per il nostro territorio, per il futuro della nostra Repubblica, che intendiamo sostenere nel loro percorso di crescita, cercando di valorizzare le loro capacità".

 

Giovani, ma anche "linguaggio" dei giovani. In questo senso, i video delle esibizioni che avete "postato" sui vostri canali social, hanno raggiunto numeri straordinari...


"Come anticipavo, nella scorsa edizione abbiamo raggiunto numeri che mai avremmo sperato di raggiungere: 2 milioni di visualizzazioni sono un risultato che riteniamo egregio. Questo dimostra che al tempo del web 2.0, anche le istituzioni come gli istituti bancari, oggi devono parlare una lingua comune anche alle nuove generazioni. Il punto chiave è l'utilizzo dei nuovi canali social. Continueremo a parlare ai giovani tramite Facebook, ma da quest'anno Banca di San Marino è diventata ancora più social, ampliando il numero di canali nei quali poter parlare con il proprio pubblico. Da luglio infatti, grazie anche all'arrivo del nuovo Amministratore Delegato, Domenico Lombardi, economista di fama mondiale che crede e sostiene l'idea che l'utilizzo dei social network oggi sia fondamentale, siamo attivi anche su Twitter e Instagram".

 

E' da poco partita la terza edizione, e c'è chi già pensa alla quarta. E' nei vostri programmi?

 

"Il nostro sogno sarebbe quello di dare la possibilità di vincere a turno a tutti i Castelli della Repubblica".

 

Tra le righe, un messaggio cristallino: San Marino sa produrre anche arte di qualità....

 

"Certo. Ne sono un esempio i due vincitori delle scorse edizioni. Lorenzo Salvatori, 'Irol', vincitore della prima edizione, rapper molto famoso e conosciuto in Repubblica, grazie anche alla vincita del Talent, lo scorso anno è stato contattato da vari produttori ed è stato selezionato per partecipare al programma Mediaset 'Amici' di Maria de Filippi, raggiungendo la selezione finale, senza purtroppo riuscire ad aggiudicarsi il banco della scuola più famosa d'Italia. E' riuscito comunque nell'intento di portare la sua musica fino al grande schermo. Lucia Castiglioni invece, con la sua arte, delicatezza e leggiadria, ha saputo portare la ginnastica ritmica sugli schermi televisivi e dentro le case di ogni sammarinese, facendo di fatto conoscere uno sport che difficilmente riesce a 'entrare' nelle abitazioni del pubblico se non dietro a un interesse dovuto a persone che sono dell'ambiente".

 

Non va dimenticato l'impegno verso il territorio. A che punto sono le opere che avete finanziato?

 

"Il Castello di Città, vincitore della prima edizione del Talent, ha deciso di impiegare i 3.000 euro donati da Ente Cassa di Faetano al Castello del vincitore per la realizzazione di un'opera di pubblica utilità: è stata riqualificata la Scala Colombaia di Città. Il progetto vincitore, che ha come tema la storia di 'Alice nel Paese delle Meraviglie' è stato realizzato dai due writer Andrea Fanchi ed Emiliano Mecozzi ed è stato inaugurato al pubblico lo scorso giugno. Il castello di Borgo Maggiore, vincitore dell'ultima edizione, ha presentato invece ad ECF un progetto di recupero di un campo giochi adiacente ai campi sportivi ubicati nella zona Sottomontana che prevederà la riqualificazione, sistemazione ed il miglioramento della struttura del campo sportivo e della zona esterna".

 

Per realizzare il talent, è stato però necessario fare squadra...

 

"Ringrazio tutti i Capitani di Castello che sin dalla prima edizione del talent si sono messi in gioco ed hanno partecipato attivamente insieme ai talenti, per promuoverli, sponsorizzarli e pubblicizzare la loro arte animando così l'intero Castello e la Repubblica. Questo concorso riesce a coinvolgere la popolazione creando condivisione e coesione. Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla collaborazione con San Marino RTV: non un semplice rapporto di lavoro, ma una vera e propria squadra. Grazie dunque a tutti coloro che sono coinvolti in questa magnifica esperienza, dove, ancora una volta, emergono i talenti che rimarrebbero in altro modo nascosti ai più".