Previdenza: sul tavolo la riforma
Stampa
Venerdì 30 Gennaio 2009

 

In rappresentanza dell’esecutivo erano presenti il Segretario di Stato alla Sanità Claudio Podeschi, a fare gli onori di casa, quindi il Segretario agli Interni Valeria Ciavatta, Gian Marco Marcucci Segretario di Stato per il Lavoro e infine Marco Arzilli, Segretario all’Industria. Le categorie chiamate al confronto erano l’ANIS, la Consulta dei Liberi Professionisti, l’OSLA, l’UNAS, l’USC e l’USOT.
Sul tavolo, in particolare gli interventi relativi al sistema previdenziale, e l’introduzione del secondo pilastro contributivo rimasto a lungo in sospeso. Il Governo ha ribadito la propria volontà ad intervenire al più presto per il completamento di una riforma lasciata a metà, ed ha segnalato anche la propria intenzione di rimettere mano anche al primo pilastro.
Dalle associazioni di categoria è stata sottolineata in maniera unanime la preoccupazione su dove andare a prendere le risorse necessarie per questa operazione.
Per quello che riguarda gli ammortizzatori sociali l’esecutivo ha ribadito che il confronto non ripartirà da zero, ma da quanto costruito negli ultimi anni, dagli impegni presi nell’ambito dell’accordo per il rinnovo del contratto del 2005.