Dal tramonto al sorgere del sole la festa continua
PDF Stampa
Venerdì 03 Luglio 2009

Le note del Nessun Dorma dell’immenso Pavarotti sono la colonna sonora di Alba sul Monte, la manifestazione tutta sammarinese che animerà la notte del 18 luglio, dal tramonto all’alba. Nessun dorma perché sul Monte si susseguiranno, accavalleranno circa 60 eventi: musica, ballo, enogastronomia, pittura, scultura, cinema, magia ed effetti speciali. “Alba sul Monte non è in antitesi con nessun altra manifestazione – spiega Romeo Morri, Segretario di Stato alla Cultura, ideatore e coordinatore della kermesse – tanto meno della Notte Rosa, a cui San Marino è sempre legata. Questo è un evento sammarinese, per i sammarinesi e per gli ospiti della costa, che vuole valorizzare l’immagine vera, bella, del nostro Paese”. Romeo Morri poi sottolinea l’importanza del ruolo delle due fondazioni bancarie, l’ECF e la Fondazione Cassa di Risparmio SUMS, “che contribuiscono per il 50 per cento a coprire le spese dell’iniziativa”. Indicativo il fatto che in tutto il materiale promozionale dell’evento non compaiono i loghi delle due fondazioni ma dei rispettivi istituti di credito di riferimento, la Banca di San Marino e la Cassa di Risparmio: un messaggio per far capire l’importanza che hanno le banche per il tessuto sociale della Repubblica, oggi a maggior ragione che l’intero comparto vive un momento di sofferenza indotta dall’esterno. Tornando alla manifestazione, “è stata organizzata una capillare campagna di promozione e comunicazione - spiega ancora il Segretario Morri - ovviamente a San Marino, a Rimini e nell’entroterra”.
 

GLI EVENTI
Sessanta eventi, di cui una decina ancora “top secret” (alcuni fra l’altro si sono aggiunti in corso d’opera), diffusi su tutto il territorio della Repubblica, con una concentrazione – ovviamente – in centro storico. Andiamo a volo radente. A Faetano si concentra il clou dell’offerta enogastronomia con uno stand da mille posti con tutte le migliori realtà territoriali, a Domagnano viene proiettato Il principe delle volpi film d’epoca che fa parte della storia di San Marino, a Borgo Maggiore terranno banco il Mercatino dell’antiquariato e l’orchestra dell’Istituto Musicale Sammarinese, a Serravalle a fare gli onori di casa sarà naturalmente la banda musicale, a Montegiardino ci saranno Monica Hill e Luca Grassi, a Chiesanuova risate con il teatro dialettale. E poi musica, stand gastronomici (con i prodotti del Consorzio Vini, del Consorzio Terra di San Marino e delle altre principali realtà sammarinesi), mostre e spettacoli di arte varia animeranno tutti e nove i Castelli. Ma Città sarà il cuore pulsante della manifestazione. Il momento più atteso è il concerto di Little Tony, ma anche l’esibizione della Casadei Beach Band, in occasione degli 80 anni di San Marino Goodbye. Per i più giovani la discoteca è in piazzale Kennedy, dove suoneranno i Bluesmobile e il gruppo rivelazione dei Miodio (intervistati qui a fianco). Senza dimenticare il fisarmonicista Rastelli, l’etnofestival… per concludere la notte con il saluto al sole, alle 6 di mattina, nel Cantone panoramico della funivia.
Loris Pironi