Per AP e PSD nel 2007 forti avanzi di bilancio
PDF Stampa
Venerdì 30 Gennaio 2009

Il Collegio per la revisione dei bilanci dei partiti politici ha presentato la relazione di competenza per i bilanci riferiti all’anno 2007. I bilanci risultano tutti corredati dalla delibera di approvazione del competente organo di partito.
Al 31 dicembre 2007 i partiti sammarinesi hanno presentato i seguenti stati patrimoniali:
• PDC: 129.653 euro
• SPL: 223 euro
• PS: 9.605,15 euro
• NPS: 16.024 euro
• SU: 103.126 euro
• AP: 145.057,71 euro
• ANS: 56.119 euro
• PSD: 124.756 euro
• NS: 2.669 euro
• EP: 25.262 euro
• DDC: 52.229 euro
Decisamente più interessanti i dati che compongono le voci “costi”, “ricavi” e “avanzo/disavanzo”. Tutti i partiti hanno fatto registrare un avanzo, eccezion fatta per Alleanza Nazionale Sammarinese e la Lista civica Noi Sammarinesi, che hanno chiuso l’anno con un segno meno. Dettagliatamente il Partito Democratico Cristiano ha sostenuto un costo di 472.148 euro e un ricavo di 493.197 euro, con un disavanzo di 21.049 euro. I Sammarinesi per la Libertà un costo di 9.270 euro, un ricavo di 30.482 euro e un avanzo di 21.212 euro.
Segno positivo anche per i Popolari Sammarinesi: a fronte di 39.943,04 euro di costo, PS hanno ricavato 42.262,51 euro, con un avanzo di 2.319,47 euro. Il Nuovo Partito Socialista ha dichiarato costi per l’ammontare di 128.373 euro, ricavi per 134.552 euro e un avanzo di 6.179 euro. Sinistra Unita invece ha sostenuto costi per 141.450 euro, ricavi per 168.056 euro e un avanzo di 26.606 euro. Ad AP l’avanzo più sostanzioso: a un costo di 149.169,99 euro ha fatto fronte un ricavo di 206.778,67 euro, con un avanzo di 57.608,68 euro finito nelle casse di via Cibrario. Segno meno invece per ANS: sono stati 32.761 gli euro alla voce “costi”, 31.864 alla voce “ricavi” per un disavanzo di 897 euro. Il Partito Socialisti e Democratici ha sostenuto costi per 661.781 euro, ricavi per 702.472 euro e un avanzo di 40.691 euro. In rosso invece la Lista civica Noi Sammarinesi: il -9.017 euro sono il risultato della differenza tra i costi (42.764 euro) e i ricavi (33.747 euro). Poco al di sopra dei mille euro di avanzo gli avanzi degli Europopolari per San Marino e dei Democratici di Centro: i primi hanno sostenuto costi per 49.586 euro e ricavi per 50.656 euro (avanzo di 1.070 euro), i secondo invece hanno dichiarato costi per poco più di 70 mila euro (esattamente 70.845 euro), ricavi per 72.025 euro, per un avanzo finale di 1.180 euro.
Nel corso dei controlli, svolti con la presenza e l’ausilio dei responsabili amministrativi e talvolta dei consulenti e dei dipendenti e/o collaboratori, sono state eseguite le dovute verifiche e approfondimenti su: bilancio al 31 dicembre 2007; programma gestionale e sistema informativo utilizzato; rapporti di lavoro indipendente con verifica del regolare espletamento degli obblighi in materia retributiva, fiscale e nei confronti dell’Ufficio del Lavoro. Sotto l’occhio attento del Collegio per la revisione dei bilanci anche le verifiche sulle regolari tenute e vidimazione dei libri contabili, sui contratti attivi e passivi, sulla contabilità (con disamina dei relativi mastrini e pezze giustificative), sulle immobilizzazioni immateriali e materiali, sui costi e ricavi, sui conti in banca sui diversi rapporti di corrispondenza con gli istituti di credito.
Il Collegio dei revisori ha concluso specificando di non aver riscontrato violazioni di Legge e ritiene che i bilanci e i rendiconti rappresentino in modo chiaro e veritiero la situazione patrimoniale, i costi ed i ricavi.