San Marino Unesco: "L'orgoglio di un non sammarinese"
PDF Stampa
Venerdì 17 Luglio 2009

San Marino patrimonio dell’Umanità. Un risultato che rende orgogliosi i cittadini sammarinesi, ma non solo. Offriamo qui sotto un prestigioso contributo sull’argomento, dal dottor Giuseppe Costanzo, giudice del Tribunale Unico di San Marino. Un intervento che, per inciso, volentieri sottoscriviamo.


San Marino, oltre ad essere l’unica Città-Stato, è una Città-Stato unica. Nella dichiarazione di valore universale, si legge in una magnifica sintesi, che San Marino ed il Monte Titano costituiscono una testimonianza eccezionale dell’istituzione di una democrazia rappresentativa fondata sull’autonomia civica e l’autogoverno, avendo esercitato con una continuità unica e senza interruzione il ruolo di capitale di una Repubblica indipendente dal XIII secolo. San Marino è una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale vivente che perdura da 1700 anni.
San Marino patrimonio dell’umanità; San Marino modello nella sua semplice complessità fatta anche di natura, paesaggi, monumenti e collocazione geografica. Tutto questo è stato riconosciuto dall’Unesco e a distanza di un anno, ogni sammarinese possiede un valore aggiunto che gli deriva dal suo legame con un territorio le cui ricchezze non solo materiali, ma anche di intelligenze e di grandi tradizioni culturali, oggi vengono poste nella giusta e meritata ottica.
Un traguardo importante che San Marino ha raggiunto in quasi tre anni di ininterrotto lavoro che ha visto artefici Segreterie di Stato e funzionari dotati della giusta sensibilità: artefice tra gli artefici l’Ambasciatore Edith Tamagnini che ha saputo con la sua intelligente lungimiranza farsi punto catalizzatore di forze, energie, impegno e volontà da parte di tutti. Un ambasciatore che senza infingimenti ha messo a nudo il suo amore per San Marino ed il sentimento di amore per sua natura è dotato di tutte le forze che servono per perseguire e raggiungere l’obiettivo; è la forza delle forze, è ciò che distingue il materiale dal sublime, è ciò che aggiunge a qualsiasi manifestazione della natura il velo che non occulta ma che consente di penetrare i simboli racchiusi nei segni.
Ecco perché sono orgoglioso di una San Marino riconosciuta quale patrimonio dell’umanità ed è un orgoglio che sgorga in modo pieno nell’animo di un non sammarinese che ama San Marino e che nutre il grande sogno di vedere diffondere in ogni dove nel mondo i veri valori di una Città-Stato unica, che ha avuto anche la capacità di cullare quei valori nel proprio grembo per 1700 anni.
Giuseppe Costanzo