Il viaggio dell'arte (al termine della notte)
PDF Stampa
Venerdì 17 Luglio 2009

Ieri era la luna a spuntare dal monte. Oggi – con un pensiero a Pierangelo Bertoli e ai Tazenda – sarà l’attesa del sole. San Marino fa quadrato, e va a dormire presto in attesa dell’Alba sul Monte, una notte che si preannuncia lunghissima e densa di emozioni. Tutti i Castelli della Repubblica – uniti nel segno/sogno di un evento senza precedenti, apriranno le porte all’arte, alla pittura, alla ceramica, alla fotografia, alla musica, al cinema, all’artigianato e ai prodotti tipici: è il linguaggio plurimo del territorio, l’espressione di uno Stato che ha voglia di mettere in mostra le eccellenze culturali.
Oltre 50 spettacoli impreziosiranno la notte sammarinese, in un viaggio al termine della nuit di célinianiana memoria, un fil rouge immaginario che unisce idealmente i nove Castelli attraverso un percorso artistico raffinato. Nel centro storico è prevista l’apertura di due grandi discoteche a cielo aperto, nella Cava degli Umbri e in Piazzale Kennedy, con l’animazione dei gruppi musicali Bluesmobile e Miodio. Anche Little Tony, cantante sammarinese noto a livello internazionale, sarà alle 21 alla Cava Antica di San Marino per un concerto. I ristoranti del Centro Storico saranno aperti fino a tarda notte per offrire menù tipici sammarinesi e i principali produttori enogastronomici, quali il Consorzio vini tipici e quello Terra di San Marino, presenteranno la loro produzione.
Spazio anche al teatro dialettale, ultimo vettore identitario di un mondo che sta piegando il capo alla globalizzazione: nel nuovo parcheggio di Chiesanuova La ginta de post metterà in scena “O preima o dop l’eva da sucéda” (ore 21.15). Alle 5 del mattino l’Associazione culturale “La Genga”, con partenza da Murata (ex tiro al volo San Marino Città), proporrà una camminata nella rupe. Ma è anche l’alba dell’arte, con la mostra fotografica ASFA alla Galleria della Cassa di Risparmio, con l’esposizione dei lavori degli studenti dell’Università del Design (Antico Monastero di Santa Chiara) e con la mostra dei maestri della ceramica sammarinese, organizzata dalla Fondazione Cino Mularoni.
Per i più piccoli si gioca con la magia: a Domagnano – alle 17.30 in punto – arrivano “Le circensi” mentre a Fiorentino, in piazza XII ottobre alle ore 18, l’associazione Bradipoteatar porterà i bambini a conoscere “La Historia de lo Castellaccio”, che terminerà con una merenda sul prato.
Stimolante anche il concerto di musica sacra del Barocco italiano, alla Pieve di San Marino Città con la Corale e i Cameristi di San Marino Orchesta d’Archi: la prima nota si alzerà nel cielo alle 19.
Le diverse manifestazioni, dislocate fra il centro storico e le frazioni più periferiche, saranno raggiungibili tramite navette gratuite interne al territorio e in collegamento con la Riviera. Per coloro che hanno intenzione di raggiungere il centro storico in motocicletta sarà predisposto un apposito parcheggio lungo le mura. La funivia poi assicurerà il servizio gratuito tutta la notte del 18 luglio. Anche il parcheggio della Baldasserona sarà collegato ai luoghi delle manifestazioni con appositi bus.
Alessandro Carli