Baretta (MEF) a Radio 24: “Presenteremo la riforma fiscale nella prossima legge di bilancio”
PDF Stampa
Martedì 30 Giugno 2020

"Realisticamente presenteremo la riforma fiscale nella prossima legge di bilancio che è molto vicina". Così Pier Paolo Baretta sottosegretario al ministero dell'Economia a 24 Mattino si Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. "Senza l'emergenza Covid19 avremmo presentato la riforma fiscale già ad aprile, - spiega a Radio 24 - ora mi sembra che il momento più consono sia quello della prossima legge di bilancio, momento ormai vicino".

 

"ESTENSIONE CASSA INTEGRAZIONE MIRATA AI SETTORI IN DIFFICOLTÀ"


"La scelta di allungare la cassa integrazione sarà mirata perché ci sono situazione che hanno iniziato, seppur con delle difficoltà, a lavorare ed altre, penso al turismo, che vivono una situazione di grande difficoltà e quindi vanno accompagnate. Dove si lavora non c'è necessità della cassa integrazione presumo, dico presumo, perché sarà necessaria una discussione con le parti sociali, imprenditori e sindacati per capire il reale bisogno". Così Pier Paolo Baretta sottosegretario al ministero dell'Economia a 24 Mattino si Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24, che risponde così alle accuse (anche da esponenti della maggioranza,) di voler pietrificare il mondo del lavoro: "In ogni caso quello che conta è che non si tratta di 'pietrificare' il lavoro, qui si tratta di consentire alle aziende di attraversare questo periodo difficile, sarà un agosto strano ma c'è la possibilità di un riverbero della crisi nel momento della ripresa autunnale".

 

"MES, PREOCCUPAZIONE PD PER IL NEGOZIATO EUROPEO"

 

"Sul MES il Partito Democratico ha preso una posizione così netta perché è evidente che bisogna concludere un negoziato difficile con posizioni contrarie e soprattutto da domani inizia il semestre europeo tedesco, con la Germania che ha modificato la sua posizione sugli aiuti europei. Se al tavolo del negoziato noi ci presentiamo tentennanti, incerti e magari con una presunzione di dire che quei soldi non ci servono, non si capisce perché dovrebbero seguirci per concludere positivamente questo negoziato". Così Pier Paolo Baretta sottosegretario al ministero dell'Economia a 24 Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. "In questa ottica vanno lette le parole della signora Merkel sul MES, alle quali abbiamo ovviamente replicato come governo perché avevamo tutto il diritto di farlo ma anche perché noi siamo stati per 2 mesi il primo paese europeo per contagi da Covid19 ma oggi siamo il decimo. Si, c'è la preoccupazione che una posizione incerta non aiuti il negoziato, noi siamo pronti a concluderlo a tutto campo e solo allora avremo chiaro il quadro di tutte le voci di aiuti destinati".

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online