Gran Premio TIM di San Marino e della Riviera di Rimini: record di 152mila spettatori
PDF Stampa
Lunedì 14 Settembre 2015

 

Il Gran Premio TIM di San Marino e Riviera di Rimini ha centrato un traguardo straordinario e nel weekend ha accolto al Marco Simoncelli 152.394 spettatori (21.243 venerdì, 38.836 sabato, 92.315 domenica) con un incremento di oltre il 70% sul 2014. Un risultato che premia il grande lavoro svolto dai promotori (Repubblica di San Marino, Provincia di Rimini e Santa Monica SpA) e che cavalca al meglio i successi dei piloti italiani.

A Misano s'è svolto un evento di straordinario anche dal punto di vista mediatico, diffuso in una sessantina di Paesi nei cinque continenti, mentre a Misano World Circuit erano accreditati 538 operatori dell'informazione provenienti da 29 paesi.

In pista e fra il pubblico la grande gioia per la prima vittoria di Enea Bastianini in Moto3, mentre la pioggia intermittente ha condizionato parecchio la gara della MotoGP, che ha visto sul gradino alto il campione in carica Marc Marquez.

"L'edizione 2015 del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini – commentano a caldo i promotori - passerà alla storia per il clima di festa che durante l'intera settimana ha condotto ad una fantastica giornata di sport, con un pubblico record. E' il risultato di un lavoro comune, nel quale per tutti ci sono ruoli e responsabilità, che avvantaggia il territorio e pone Repubblica di San Marino e la Riviera di Rimini all'attenzione del mondo intero. Oltre 152.000 persone nel weekend rappresentano infatti un risultato che pone la tappa di Misano fra le primissime del calendario della MotoGP, ma sommando quanto fatto con Riders' Land Experience possiamo dire di essere davvero unici".

 

MOTOGP

Nella gara più attesa la pioggia invece inattesa ci ha messo lo zampino e ha rimescolato le carte più volte per confezionare una gara molto complicata per i piloti in pista. Prima la partenza con gomme da asciutto e subito le prime gocce, poi il rientro per usare le rain e infine ancora un cambio, visto lo stop della pioggia. In tutto ciò è emerso il tempismo di Marc Marquez, che ha fatto i cambi al momento giusto, anticipando quelli di Lorenzo e Rossi, che ha vinto la gara. Nella prima parte Lorenzo ha condotto a lungo, poi Rossi al 16° giro è passato in testa, ma i primi tre erano sempre vicini. Da lì in poi la girandola dei cambi di moto, la caduta di Jorge Lorenzo e un finale di gara che ha premiato Bradley Smith e Scott Redding rispettivamente sul podio insieme a Marquez. 4° Baz, 5° Rossi e poi le tre Ducati di Petrucci, Iannone e Dovizioso.

Premiazioni: Costruttori Stefano De Angelis (Direttore Consumer Business Telecom Italia), 3° posto Luca Colaiacovo (Presidente Santa Monica SpA), 2° posto Andrea Gnassi (Presidente Provincia di Rimini), 1° posto Teodoro Lonfernini (Segretario di Stato Turismo e Sport Repubblica di San Marino)

 

MOTO 3

Straordinario successo del riminese Enea Bastianini, che dopo una gara spettacolare ha piazzato nel finale il sorpasso decisivo per centrare il suo primo successo nel mondiale. Alle sue spalle Miguel Oliveira, a soli 37 millesimi e poi il cattolichino Niccolò Antonelli, altro pilota della Riders' Land, autore del giro più veloce in gara. Al quarto posto Romano Fenati. Fra gli altri italiani, Bagnaia 8°, Dalla Porta 11° e a punti anche Andrea Migno (13°) e Stefano Manzi (14°).

Premiazioni: Costruttori Cristiano Habetswaller (Responsabile sponsorizzazioni Telecom Italia), 3° posto Cristiano Habetswaller (Responsabile sponsorizzazioni Telecom Italia), 2° Posto Amedeo Michelotti (Presidente Federazione Sammarinese Motociclismo), 1° posto Stefano Giannini (Sindaco di Misano).

 

MOTO 2

Dominio assoluto di Johann Zarco che ha condotto sin dal semaforo verde. Insieme a lui, all'inizio, Dominique Aegerter e Alex Rins, che però cadono insieme al 5° giro. Zarco resta solo e la battaglia è alle sue spalle, dove Simone Corsi resiste anche in seconda posizione prima di essere superato da Tito Rabat e Takaaki Nakagami che arrivano nell'ordine sul podio. 4° Corsi, 7° Baldassarri, 16° Pasini, 21° Marini gli altri italiani.

Premiazioni: Costruttori Carlotta Ventura (Vice Presidente Telecom Italia), 3° posto Marco Arzilli (Segretario di Stato ai Trasporti Repubblica San Marino), 2° posto Andrea Corsini (Assessore Turismo Regione Emilia Romagna), 1° posto Umberto Trevi (Vicepresidente Santa Monica SpA)

 

TANTI I VIP IN PADDOCK

Anche in questa edizione del motomondiale non è mancatala la classica parata di Vip, provenienti dal mondo dello sport e dello spettacolo. Nel paddock il simpatico nuotatore Simone Ruffini, reduce dalla medaglia d'oro vinta nella 25 chilometri di fondo ai mondiali di nuoto di Kazan, in Russia, mentre in elicottero è atterrato Marcos Alonso, calciatore spagnolo cresciuto nel Real Madrid ed ora alla Fiorentina. Ospite di Birra Flea Marco Materazzi, grande appassionato di MotoGP e campione del mondo nel 2006. A Misano anche lo schermidore Aldo Montano.

Tanti grandi campioni del passato: Carlos Lavado, Giacomo Agostini, Pierpaolo Bianchi ed Eugenio Lazzarini. Dallo sport alla tavola, direttamente da MasterChef il "giudice" Bruno Barbieri ha voluto stringere la mano a Valentino Rossi.

Tra i vip alla griglia di partenza a salutare i piloti il cantante bolognese Cesare Cremonini.

Curiosità: dopo essersi sposati la scorsa settimana, Chiara e Andrea dalla Liguria hanno deciso di festeggiare a Misano e tutti in giallo, con la piccola Giada, dopo vent'anni di moto in tv si sono visti le gare dal vivo all'Hospitality Riviera

 

SOCIAL MOTOGP

La pagina Facebook di Misano World Circuit ha centrato nel week end il traguardo dei centomila fan e tutto intorno al motomondiale s'è generato un enorme traffico con oltre 100mila fan!

 

LA BANDA IN PISTA PRIMA DELLA MOTOGP

Prima della partenza della MotoGP la banda militare della Repubblica di San Marino ha suonato gli inni nazionali della più antica Repubblica del mondo e quello d'Italia, insieme alla cantante Monica Hill. Un momento di grande emozione, diffuso in tutto il mondo.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online