Google combatte lo spam con un nuovo algoritmo
PDF Stampa
Lunedì 28 Febbraio 2011

Google modifica il suo algoritmo per combattere lo spam, che sembra essere diventato sempre più presente sui risultati di ricerca, causato delle "fattorie di contenuto", capaci di generare o copiare contenuti al solo scopo di apparire fra i primi risultati delle ricerche. Per la maggior parte dei naviganti "motore di ricerca" significa Google: il servizio di Mountain View è diventato di fatto la prima scelta quando si tratta di reperire informazioni online. Eppure con il passare del tempo qualcuno inizia a lamentarsi del fatto che i risultati offerti dal search engine non siano più quelli di una volta, ma siano ora viziati dallo spam di spam. Moutain View ha annunciato prontamente l'introduzione di un nuovo algoritmo, il cui scopo è proprio quello di penalizzare le fabbriche di contenuto. Il nuovo algoritmo inciderà sul 11,8% delle stringhe di ricerca, ma sarà attivo inizialmente solo sul mercato USA.