San Marino: formazione continua per il sistema della gestione paghe
PDF Stampa
Venerdì 10 Agosto 2012

anis finanziaria 2013 011

 

 

di Saverio Mercadante

 

“La mia esperienza professionale in questo settore nasce sulla normativa italiana poi in contemporanea mi sono dedicato anche alla normativa sammarinese. Nel 1982 abbiamo creato il primo software per le buste paga dedicato al mercato sammarinese”.Sono le parole di Alberto Beligotti, titolare di GESpaghe che ha organizzato insieme con l’ANIS due incontri formativi presso la sede dell’Associazione in via Giacomini dal titolo “Verso la finanziaria 2013”. I temi degli incontri: tariffe degli armonizzatori sociali; previdenza integrativa; imposte a carico del dipendente per il 2013; gestione delle presenze via web.

“Da allora - continua Beligotti - ci sono state delle evoluzioni in parte dovute al cambiamento di normativa e in parte all’evoluzione della tecnologia dei sistemi di programmazione anche in relazione alle nuove generazioni dei computer”.

“Nasco come informatico - racconta il titolare di GESpaghe - e mi sono diplomato presso l’Unione europea come analista programmatore. Ho frequentato anche un corso di specializzazione presso l’istituto di cibernetica di San Marino con il professor Aurelio Casali”.

“Nella mia azienda - descrive Alberto Beligotti - io mi occupo del cosiddetto front office, ovverossia sono colui che analizza le tendenze e le problematiche del mercato. Poi, dopo la fase di analisi, scrivo in linguaggio informatico il programma, cioè, tutto quello che riguarda la programmazione, la scrittura del codice. Mi avvalgo anche di collaboratori di alto profilo e con caratteristiche tecniche di programmazione molto specializzate che mi aiutano nella definizione del prodotto finale. Per lo sviluppo del programma non usiamo tecniche come il crowdsourcing perché il trattamento di dati sensibili in Rete risulta essere piuttosto problematico per la divulgazione delle metodologie di calcolo e la possibilità di hackeraggio”.

“Il nostro mercato di riferimento è il settore industria e i commercialisti che hanno come clientela tante piccole aziende che hanno bisogno dello specialista in buste paga. Il software che abbiamo creato è esclusivamente per il mercato sammarinese. Non ci sono versioni italiane. La normativa italiana nel 1998 è stata abbandonata per un problema di mancanza di tempi di programmazione”.

 

L’incontro formativo

 

“Questo corso è nato proprio dalla mia esperienza quotidiana di front office con la clientela. Ho notato che esisteva uno scollamento tra l’operatore che lavora sul programma paghe e la normativa. I tempi di aggiornamento sulla normativa si sono fatti sempre più ristretti specialmente negli ultimi tempi a San Marino. Per facilitare e dare professionalità maggiore all’operatore nella gestione del software abbiamo messo a punto con l’ANIS questo incontro formativo sia sulla normativa in continua mutazione che sull’applicazione sulle buste paga. Ci siamo dedicati alla riforma fiscale e soprattutto alla riforma previdenziale in relazione all’entrata in vigore del secondo pilastro dal primo luglio 2012. L’iniziativa ha avuto un buon successo. Aspettavamo cinquanta, sessanta iscritti, ne sono arrivati più di cento. Abbiamo dovuto convocare due sessioni invece di una come programmato in partenza. Le aziende, gli studi, hanno recepito il messaggio dell’aggiornamento continuo, dell’upgrade del dipendente. Questa prima esperienza è stata veramente molto positiva. Tra sei mesi certamente ci sarà un secondo step in relazione alla nuova riforma fiscale e all’upgrade del software, per non far fossilizzare l’operatore sugli standard già acquisiti e spingerlo verso l’uso dei nuovi aggiornamenti del programma”.

“Ringrazio l’Associazione degli Industriali - conclude Alberto Beligotti - per la collaborazione che ha dato nella ricerca sulle normative e per la logistica. Ha mostrato veramente grande disponibilità e lungimiranza nell’organizzazione di corsi di questo tipo”.