Adesso è confermato: il 50,1% del Credito Sammarinese passa in mani brasiliane
PDF Stampa
Giovedì 30 Giugno 2011

 

Lucio Amati_credito_sammarineseSAN MARINO - Alla fine il Credito Sammarinese diventa davvero brasiliano. Il paradosso è che questo passaggio avviene per evitare di ballare la samba della crisi, con un auspicabile rafforzamento che apre la porta a nuove prospettive per l’istituto.

La famiglia Amati – che detiene il 57% del capitale azionario del piccolo istituto, terrà per sé il 6,7% delle azioni, lasciando il 50,1% (quindi il controllo del pacchetto azionario) al Banco di Rio de Janeiro: la conferma ufficiale è arrivata e a questo punto manca soltanto il via libera delle rispettive Banche Centrali.

Formalizzate anche le dimissioni da parte di Lucio Amati da Presidente del Cda del CS.