Vicenda Delta, conclusione posticipata a fine mese per questioni puramente tecniche
PDF Stampa
Venerdì 20 Maggio 2011

 

SAN MARINO - Chiusura posticipata per la partita Delta. La dismissione del gruppo da parte di Cassa di Risparmio di San Marino subisce un leggero ritardo, sino alla fine del mese. Il 18 maggio era il termine ultimo affinché le banche creditrici formalizzassero l’adesione al piano strategico approntato dai Commissari, penultimo atto per poter scriver la parola fine alla sofferta vicenda. Il penultimo atto perché l’ultimo sarà, da parte dei Commissari, depositare il piano e ottenere l’omologa dal tribunale di Bologna.

Secondo fonti interne alla Fondazione San Marino Cassa di Risparmio – SUMS l’allungamento dei tempi è stato stabilito per questioni meramente tecniche, per permettere cioè alle banche creditrici di approvare l’adesione nei rispettivi organi statutari. Dunque l’attesa si prolunga ma questo non dovrebbe – il condizionare è d’obbligo in questi casi – lasciar presagire particolari sorprese.

Nel frattempo domani la Fondazione San Marino riunisce i propri soci in Assemblea, al Kursaal. Qui il Presidente di Cassa di Risparmio, Leone Sibani, illustrerà ai soci la situazione della vicenda Delta, aggiornata praticamente in tempo reale.