San Marino a Roma al Ministero dell’Economia
PDF Stampa E-mail
Venerdì 25 Gennaio 2013

 

I Segretari di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini e per le Finanze, Claudio Felici, hanno guidato la delegazione sammarinese che ha preso parte all'incontro svoltosi questa mattina presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze italiano in Roma, sul tema delle relazioni bilaterali in materia bancaria e finanziaria e sulla collaborazione in materia fiscale.

L'incontro, a cui hanno preso parte i rappresentanti dei rispettivi Ministeri degli Esteri e delle Finanze, delle Banche Centrali e degli Organi di controllo finanziario e fiscale, è stato indetto per fare il punto della situazione in questo periodo che precede la ratifica dell'Accordo contro le doppie imposizioni fiscali ritardata, come è noto, dallo scioglimento del Parlamento italiano.

Nell'incontro, che si è svolto in un clima di cordialità, è stata espressa da entrambe le parti soddisfazione per l'ottimo livello della collaborazione in campo fiscale e finanziario fra gli enti preposti dei due Paesi ed è stato ribadito che l'iter di ratifica del citato Accordo non presenta ostacoli o elementi di impedimento. La parte italiana ha infatti confermato che è anche nell'interesse dell'Italia giungere alla ratifica nei tempi più rapidi possibile.

Fra gli elementi concreti di incremento della collaborazione è stato assicurato l'impegno delle Autorità italiane a facilitare il percorso di San Marino nell'inclusione dei così detti Paesi equivalenti, ovvero quelli che adottano misure in materia di anti riciclaggio equivalenti a quelle in uso nei Paesi UE. A questo proposito, come obiettivo temporale è stato indicato quello dell'ingresso delle banche sammarinesi nel sistema europeo dei pagamenti (SEPA).

L'incontro ha posto le basi anche per ulteriori forme di collaborazione tra le due Banche Centrali: obiettivo prioritario la stipula di un Memorandum d'intesa fra i due Istituti e l'intensificazione della collaborazione nel campo della formazione.

E' stata infine espressa la volontà di intensificare la collaborazione bilaterale anche tramite frequenti incontri tecnici fra le amministrazioni dei due Paesi, convocabili al bisogno in tempi rapidi. Un prossimo incontro come quello odierno potrebbe essere convocato non appena si sarà insediato il nuovo Governo italiano.