“Chi siamo ora”: presentata la 27esima edizione del “SI Fest” di Savignano
PDF Stampa
Mercoledì 12 Settembre 2018

 

SAVIGNANO - O chi siamo oggi, 'On Being Now' come dice il titolo della 27^ Edizione del Sifest di Savignano sul Rubicone. Lo dice la fotografia perché, come dice il sindaco del Comune di Savignano organizzatore dell'evento aprendo la conferenza stampa, le immagini parlano. E la fotografia non è più solo testimone del 'bello' o del senso estetico ma racconta come cambiamo con un linguaggio che è propriamente suo.

Novità nel festival ci sono: patrocinio dell'Università di Bologna, mostre aperte fino al 30 settembre, nuovo brand (leggi marchio, l'unica cosa non proprio riuscita bene...) e soprattutto  importantissimo, lo spazio aperto ai giovani fotografi dei quali alcuni sono alla loro prima esposizione.

Maura Pazzaglia, Christian Gattinoni e gli altri organizzatori presenti sottolineano questo aspetto: l'accordo, dopo discussioni varie, è arrivato e sia conosciuti che sconosciuti fotografi saranno visibili nelle manifestazioni parallele. I giovani autori incontreranno, per confrontarsi sul lavoro, i più esperti. Al centro dell'attenzione è comunque, sempre, la fotografia ma intesa come 'linguaggio' al di fuori dell'effetto estetico.

Oltre la collaborazione tra fotografi, un impegno è rivolto a coinvolgere maggiormente i cittadini (godranno di uno sconto in biglietteria) per incentivare la loro presenza al Festival in effetti 'bollata' per tanto tempo come una riunione di librai e operatori 'nicchiardi'...

Il coinvolgimento va oltre: investe altri comuni sia come sede di mostre e iniziative, quest'anno Cesenatico, che come rapporto di cooperazione (Rimini, Cesena etc).

Un ringraziamento va, anche questa volta, a chi collabora sostenendo economicamente il festival (la borsa di studio Premio Pesaresi di 5.000 euro destinata a giovani fotografi) e organizzando appuntamenti (il Rotary Valle del Rubicone, presente il presidente Giancarlo Bianchi) come lo spettacolo "Gotica ovvero il desiderio della felicità" che si terrà al Teatro Moderno venerdì 14.

Una segnalazione in particolare? Non perdetevi 'Margin of excess' di Max Pinckers e 'The prospect of immortality' di Murray Ballard.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online