Arte, musica e cultura: nasce Yellow Factory
PDF Stampa
Giovedì 15 Dicembre 2016

AndrewZonzinixYellow

Sulle ceneri di un ex night club sequestrato alla mafia, nasce "Yellow Factory", un progetto culturale e multidisciplinare che, in collaborazione con il Comune di Riccione, si propone come spazio di aggregazione per i giovani e luogo di incontro tra artisti, intellettuali, personaggi pubblici e culture diverse. Qui, nella Perla verde dell'Adriatico, meta privilegiata dei turisti di ogni parte d'Italia e non solo.

Al passato opaco di questo luogo, si contrappone una visione positiva e pulita della società, aprendo gli spazi un tempo utilizzati per attività criminali alle performance artistiche provenienti da tutto il monto, intercettando culture e tendenze che verranno riproposte all'interno di un ambiente prettamente dedicato alle nuove generazioni.

L'arte come forza dirompente, capace di fare luce dove prima c'era solo oscurità, come un fulmine, scelto come logo e come simbolo di rottura con il passato, ma anche come fonte luminosa, che apre una breccia nel cielo plumbeo e indica una strada. La strada della cultura, dell'arte e della socialità. I tre pilastri che sostengono la Yellow Factory, insieme ai tantissimi giovani che qui troveranno luci e colori, ma anche tanta musica, design, moda e tanto altro. Ma soprattutto, la parola chiave di questo progetto sarà incontro: con gli artisti, certo, chiamati a raccontare la loro esperienza ai ragazzi e alla Città, ma anche con gli altri fruitori di questi spazi, che non sono virtuali, ma reali.

 

ManifestoYellowNeutro

LET THERE BE ART/che sia arte!

Donate alla Città di Riccione 7 opere d'arte contemporanea, create da altrettanti artisti nell'ambito del primo evento targato Yellow Factory, l'innovativo progetto culturale che farà incontrare musica, letteratura, teatro e arti grafiche.

"Let there be art" è un progetto ideato dallo street artist riccionese Enko (al secolo Michele Costa) per la campagna di lancio del progetto Yellow Factory: dodici manifesti a sfondo bianco, sparsi per la città nei classici tabelloni pubblicitari, hanno letteralmente preso vita nei giorni scorsi, come molti hanno potuto vedere e apprezzare in diretta. Inizialmente sono apparese delle semplici scritte riferite a ciò che sarà poi Yellow: Let there be Art, Music, Talk, Cult, Fun, Work e ovviamente Riccione. Alcuni manifesti, invece, sono stati lasciati bianchi con il logo della Yellow Factory, perché fungessero da tele per gli artisti chiamati, nei giorni successivi, a renderle vive. Sono stati chiamati performer di fama internazionale come Andy, fondatore con Morgan dei Bluvertigo, Loreprod (tatuatore), Luca Rossetti (fotografo), Andrew Zonzini, l'architetto e artista Andrea Della Rosa, Christina Moser (Musicista dei KRISMA) e Enko4.

Le loro opere, realizzate in strada dal vivo sui manifesti, sono ora a disposizione della Città, un primo, importante dono di Yellow Factory a Riccione. Oltre al fatto che, già dai primi riscontri sui social network, questa campagna ha travalicato i confini romagnoli e tutta l'Italia ne parla, veicolando così anche il nome della città, in maniera estremamete positiva e nuova.

Andyxyellowfactory

Il progetto, inoltre, si presta benissimo ad avviare la seconda fase, all'interno degli spazi Yellow, riguardante il laboratorio creativo dedicato ai giovani artisti riccionesi. Non solo arte grafica, ma anche musicale e letteraria, che potranno interagire tra loro in un unico contenitore culturale. Contenitore che nasce sulle ceneri dell'ex night club La Perla, confiscato alla mafia: un luogo che già di per sé rappresenta quindi una rinascita, portandosi dietro valori importantissimi per i giovani e per tutta la comunità locale. Un nuovo luogo di cultura, in cui si integreranno tra loro diversi progetti: il laboratorio creativo, le prove musicali, il teatro, le serate a tema e soprattutto i live. Non solo concerti, ma anche incontri con personaggi e artisti famosi. Il primo evento ufficiale, a ingresso libero, sarà il 21 dicembre con l'inaugurazione del "Talk About - Conversazioni in Cerca d'Autore" di Chicco Giuliani, dj e speaker radiofonico, che porterà sul palco lo scrittore Enrico Brizzi. Un'occasione inedita per conoscere l'autore di "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" e "Il matrimonio di mio fratello", bolognese di nascita e legato in maniera particolare a Riccione e Rimini, non fosse altro per il fatto che tra i suoi autori preferiti c'è quel Pier Vittorio Tondelli che ha raccontato per anni il mito della riviera.

Il progetto "Talk About", con il patrocinio del Comune di Riccione, proseguirà poi a gennaio, con cadenza settimanale tutti i mercoledì con ospiti d'eccezione come lo stesso Andrea Andy Fumagalli, l'ultrarunner riccionese Stefano Gregoretti, il talent scouter Rudy Zerbi, il Direttore di San Marino RTV Carlo Romeo, l'esperto di musica Luca Garrò. Insieme a tanti altri artisti e personaggi famosi che riempiranno con le loro esperienze il nuovo spazio culturale di Riccione nei prossimi mesi, in parallelo ai concerti live, un'altra "anima" della Yellow Factory.

Clicca qui per vedere i video delle performance

#YellowFactory, via Manfroni 1 #Riccione – per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. www.yellowfactory.it

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online