Il Sustainable Economy forum indica una nuova direzione al mondo dell’impresa
PDF Stampa
Venerdì 05 Aprile 2019

Si è conclusa oggi la seconda edizione del Sustainable Economy Forum organizzato da Confindustria e San Patrignano nella comunità stessa, alla presenza di oltre 60 relatori nazionali ed internazionali.

Nelle conclusioni dell'evento, il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha fatto riferimento alla visita di ieri del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: "San Patrignano è un punto di convergenza culturale. Un anno fa il Governo vedeva nel reddito di cittadinanza e la riforma delle pensioni le due priorità del Paese. Ieri il premier Conte ha sottolineato l'importanza della crescita. Siamo davvero contenti della legittimazione del premier, convinti che la crescita non sia un fine, ma una precondizione fondamentale per creare una società migliore. In questo forum assistiamo a una rivoluzione culturale di un mondo che a partire dall'industria indica una nuova direzione. E' un piccolo capolavoro che determina un elemento essenziale di orgoglio. Siamo un'alternativa culturale".

A legarsi agli interventi del mattino Letizia Moratti, co-fondatrice della Fondazione San Patrignano: "Integrazione, connessione e alleanze sono alcune delle parole che questo forum ci lascia in eredità. Se saremo capaci di declinare positivamente questi concetti avremo più chance di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità posti dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Dobbiamo essere tutti responsabili per raggiungere questi obiettivi e il Forum è a tutti gli effetti un esempio concreto dei tanti piccoli passi che si possono fare".

Questa due giorni è stata infatti un'occasione per fare il punto sul progetto "Insieme per l'Africa" promosso l'anno scorso da Confindustria, San Patrignano, UN International Trade Centre e E4Impact, strutturato su tre pilastri: partenariato tra imprese per il supporto all'imprenditorialità in Africa, inclusione sociale e finanza sociale. Ieri, insieme a Cassa Depositi e Prestiti, è stato apposto un nuovo tassello al percorso di questa importante collaborazione con la firma di un Memorandum nel quale i partner dell'iniziativa intendono collaborare per promuovere progetti di comune interesse, anche attraverso l'individuazione di idonei strumenti finanziari, a supporto delle imprese italiane e africane, quali attori fondamentali nell'ambito dei processi di crescita sostenibile e inclusiva.

"Oggi il progetto muove un nuovo passo avanti attraverso un'iniziativa orientata in particolare al pilastro del partenariato tra imprese per il supporto all'imprenditorialità in Africa, per mezzo di un percorso di matching tra imprese italiane e imprese africane costruito sul principio della partnership – spiega Letizia Moratti - L'obiettivo, ma anche la nostra ferma volontà, è accrescere ulteriormente la base delle imprese africane partner dell'iniziativa attraverso la messa a fattor comune degli strumenti digitali che i diversi promotori di Insieme per l'Africa hanno a disposizione".

Un'idea che si basa su strumenti precisi: Connext, il marketplace digitale di Confindustria che nell'edizione 2019 ha messo in connessione centinaia di aziende italiane e straniere, il bacino di imprese e imprenditori formati da E4Impact Foundation in Africa e il progetto She Trades di International Trade Centre dedicato all'impresa femminile nel mondo, con una particolare attenzione verso le imprenditrici africane. L'obiettivo è promuovere un database comune di imprese africane, in modo da rendere ancor più efficace e qualitativa l'analisi delle potenziali connessioni con le imprese italiane.

E l'appuntamento per la misurazione dei risultati è lanciato all'edizione 2020: "Abbiamo obiettivi importanti, vogliamo creare un network solido ed efficace che, attraverso percorsi di partnership, supporti le imprese africane a crescere nei propri paesi, a essere un volano di benessere ed occupazione, favorendo in definitiva anche l'inclusione sociale, secondo pilastro del progetto Insieme per l'Africa ed offrendo anche una risposta concreta al contenimento del fenomeno migratorio, attraverso l'opportunità del lavoro nei paesi di provenienza" ha concluso Letizia Moratti.

Il Sustainable Economy Forum 2019 è un'iniziativa di Confindustria e di San Patrignano. Partner istituzionali: E4Impact e International Trade Center; main partner: BNP Paribas, Sole24Ore; top partner: Accenture, Eni, Hitachi Rail STS, Intesa San Paolo; partner: Aon, Bracco, Acqua Alma, brand del Gruppo Celli, Ente Microcredito, IGP Decaux, Lavazza; con il sostegno di Fondazione IBM; official car Ford.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online