Futsal: il Pennarossa dimezza il ritardo dal Tre Penne
PDF Stampa
Martedì 12 Marzo 2019

SAN MARINO - Al termine della prima giornata di campionato del 2019 non si registrano scambi di posizione all'interno delle classifiche dei due gironi. Da segnalare, però, l'avvicinamento del Pennarossa al Tre Penne – terza forza del Gruppo A – che perde esattamente la metà del vantaggio a sua disposizione (da +4 a +2) prima degli sviluppi di ieri sera.

La squadra di Cellarosi era impegnata con il Tre Fiori - terzo a sua volta nel Gruppo B - e alla fine l'esito è un 3-3 decisamente più indigesto per la formazione di Città, sia per le modalità con cui si è concretizzato – l'ultimo gol è stato subìto nei minuti di recupero – sia per le conseguenze di classifica che ha comportato. È proprio il Tre Penne a sbloccare il risultato con Tommy Fantini, cui Andrea Muscioni replica però a stretto giro. Passano un paio di minuti e Matteo Michelotti firma la rete del sorpasso, annullato ad inizio ripresa dall'acuto di Mauro Dominici. Al quarto d'ora Manuel Francesconi riporta in vantaggio il Tre Penne, ma il Tre Fiori riesce ad acciuffare il pari in extremis - scorre il 1' di recupero – ringraziando ancora una volta capitan Michelotti.

Tre Fiori che non paga dazio alle inseguitrici ma che perde margine dalla coppia di testa, mentre il Tre Penne – come si accennava – accusa l'avvicinamento del Pennarossa, che liquida il Cosmos con un secco 4-1. Alessandro Ciacci è il firmatario dell'1-0 con il quale le due formazioni vanno all'intervallo. Poi è Andrea Cappelli a farsi carico del raddoppio, prima del secondo centro di giornata di Ciacci e del poker a firma di Riccardo Putti. Nel finale Matteo Zafferani sigla la rete della bandiera per la formazione gialloverde.

Se il Pennarossa approfitta della 'X' del Tre Penne, non fa altrettanto il Domagnano, beffato, proprio come i biancoazzurri, nei minuti conclusivi di una delle poche sfide equilibrate della serata. Opposti al Murata, i giallorossi chiudono il primo tempo sotto di due reti, effetto degli acuti di Thomas Felici e Michael Mauri. Nella ripresa, però, la squadra di Mussoni riesce a ricucire tutto il gap grazie ai centri di Manuel Bollini e di Nahuel Zanfino, ma il secondo gol di serata di Felici – giunto a tempo ormai scaduto – fa pendere il verdetto in favore della formazione bianconera, sempre a braccetto con la Juvenes in vetta al Gruppo B.

Quest'ultima non ha problemi a sbrigare la pratica San Giovanni, travolto con un inequivocabile 9-0. Particolarmente ispirato Andrea Frisoni, autore di sei delle nove reti biancorossoazzurre. Ad accompagnarlo nel tabellino marcatori, Alessandro Muccioli, Gabriele Borasco e Francesco Gatti. Con lo stesso risultato il Fiorentino supera la Libertas aggiornando i suoi eccezionali numeri stagionali. In questo caso si registrano due triplette, quelle di Danilo Busignani e Domenico Di Paolo, oltre alle marcature singole di Andrea Gabrieli, Davide Tura e del portiere Mattia Protti.

Fiorentino che non perde un colpo ma che continua ad essere tallonato dalla Folgore, che batte 5-0 la Virtus grazie alla doppietta dell'ex Federico Zamboni e delle reti di Giacomo Mainardi, Edoardo Allasia e Nicola Giorgini. Infine, sale a quattro vittorie consecutive – e a 15 punti in classifica, 3 in meno del Domagnano – La Fiorita, che fa suo il cosiddetto "derby del Marano" con il Faetano imponendosi 6-0. La doppietta di Matteo Scarponi e quella di Thomas De Biagi spianano la strada alla squadra di Montegiardino, che poi chiude i conti con gli acuti di Thomas Pellegrini e dell'ex Pietro Leone.

 

Fixing online

 

speciale 70 anni ANIS 1


Clicca sull'immagine per leggerlo online